ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Under 21, Italia benino ma non basta: a Venezia vince la Francia
Under 21, Italia benino ma non basta: a Venezia vince la Francia
Foto Afp

Under 21, Italia benino ma non basta: a Venezia vince la Francia

Tutto tranne che un’amichevole: non può essere altrimenti, quando a fronteggiarsi sono Italia e Francia, anche se Under 21, anche se in memoria di una delle vittime della strage del Bataclan. Alla fine gli azzurrini di Di Biagio perdono 1-0, prima sconfitta del secondo ciclo. Tanto agonismo e un brusco calo nella ripresa, ma ci può stare.

Tante le occasioni sprecate dai ragazzi italiani, specialmente in un ottimo primo tempo, molto più positivo e propositivo della seconda frazione, in cui i nostri hanno tirato un po’ i remi in barca.

Nei primi 45’ tante occasioni soprattutto per Berardi, Ricci e Grassi: prima il romanista, fra i migliori nell’annata straordinaria del Crotone promosso in Serie A, imbecca il centrocampista di scuola Atalanta ora al Napoli col tiro di quest’ultimo sul palo, poi sfiora il gol con un sinistro al volo su assistenza di capitan Berardi, di poco alto.

Il portiere Didillon fa un po’ il fenomeno un po’ lo spericolato, e Pellegrini a un certo punto rischia di combinarlo bello tirando da centrocampo sull’uscita del portiere.

La Francia non fa granché: il più atteso, il 19enne Dembele (appena passato fra l’altro al Dortmund) gioca a nascondino per tutta la prima frazione – mirabile sarà solo un’azione nella ripresa; Gollini, al debutto in Under 21, è chiamato in causa solo al 45’, dopo che un tacco sciagurato da Caldara stimola Lemar e il portiere del Verona è miracoloso nel respingere su Cornet.

La stellina del Lione però, in pieno recupero, trova il vantaggio in diagonale sfruttando il buco di Calabria e dopo un’azione di batti e ribatti. Nel calcio, se sprechi, prima o poi vieni punito: l’assioma si ripete.

Dopo l’intervallo Di Biagio dà il via al valzer di sostituzioni: nella girandola di 7 cambi finiscono in panchina Berardi e Ricci ed entrano gli altri esordienti Capezzi (un altro della “matricola” Crotone) e Mazzitelli; alla fine l’altro dei subentrati Monachello, al 90’ e tre minuti dopo il doppio giallo di Mendy, impegna il portiere con un rimpallo sottoporta.

Il pari l’attaccante dell’Atalanta lo segnerebbe pure al 91’, se non fosse che la palla infilata in mezzo da Rosseti ha già varcato la linea di fondo. Finisce così: è la prima sconfitta della “seconda gestione” Di Biagio. Brucia, anche se arriva in amichevole, anche perché arriva con la Francia.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*