ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Copa America Centenario: spettacolo Messico-Venezuela; l’Uruguay se ne va con onore
Copa America Centenario: spettacolo Messico-Venezuela; l’Uruguay se ne va con onore

Copa America Centenario: spettacolo Messico-Venezuela; l’Uruguay se ne va con onore

Si continua a delineare il quadro degli ottavi della Copa America Centenario: Messico e Venezuela passano rispettivamente da prima e seconda del Gruppo C, con l’1-1 che premia la Tri di Osorio (due gol stupendi di Velasquez e Corona); vittoria inutile, buona al massimo per l’onore, dell’Uruguay, 3-0 alla Giamaica.

MESSICO-VENEZUELA 1-1

Un pari fondamentale dunque per la formazione messicana di Osorio, che con l’1-1 della notte riesce a evitare il temibile incrocio con l’Albiceleste del Tata Martino. Contro l’Argentina a questo punto giocherà la sorprendente Vinotinto di Rafael Dudamel, che arrivato appena due mesi fa ha trasformato una squadra in perenne crisi nella rivelazione di questa Copa America Centenario.

Il Venezuela era pure andato in vantaggio, sfruttando la bellissima girata al volo di Velasquez sotto porta. Il Messico però non si è scoraggiato e ha provato a ribattere colpo su colpo, trovando di contro una Vinotinto agguerrita e battagliera che ha fatto altrettanto.

Il pari alla fine è arrivato all’80’ su una serpentina funambolica ed eccezionale di Jesus Corona: dribbling su quattro uomini e Hernandez stavolta trafitto in maniera incolpevole.

Nel finale un’altra occasione per parte: da registrare quella capitata sui piedi del torinista Josef Martinez, prontamente respinta dallo stesso Corona in angolo. L’1-1 però accontenta un po’ tutti.

URUGUAY-GIAMAICA 3-0

E certifica ufficialmente l’esclusione dell’Uruguay dal novero delle grandi: la Celeste vince, ma non si consola, 3-0 con la Giamaica fanalino di coda del gruppo; Tabarez si prepara a lasciare dopo un’edizione che lascerà polemiche in casa uruguagia per il mancato utilizzo di Luis Suarez.

L’Uruguay ha schierato alcuni dei giocatori poco utilizzato fino a questo punto: fra questa Abel Hernandez, che prima ha sbagliato davanti al portiere caraibico ma poi ha replicato, all’11’ su assist di Lodeiro.

Nient’altro da segnalare nella prima frazione; dopo l’intervallo un palo di Cavani e l’autorete di Watson su cross di Hernandez. Ma non solo il Pistolero: pure per il Matador questa Copa America è rimasta stregata, come dimostrano le tre occasioni clamorose sciupate sul più bello.

Il 3-0 è arrivato invece con l’acuto di Matias Corujo, bravo a sfruttare il lancio di Ramirez. Ma l’Uruguay ha poco da festeggiare: si prepara un avvicendamento in panchina, mentre Suarez e Cavani si leccano le ferite.

Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*