ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Euro 2016: la Croazia ribalta tutto e ci consegna la Spagna!
Euro 2016: la Croazia ribalta tutto e ci consegna la Spagna!
Foto Afp/Gobet

Euro 2016: la Croazia ribalta tutto e ci consegna la Spagna!

Era praticamente fatta: Italia già a pensare all’ottavo di Euro 2016 con la Croazia, e invece… e invece gli Scacchetti biancorossi dei Balcani ci ri-consegnano la Spagna, battendola 2-1 in rimonta grazie a un Perisic pazzesco!

I croati non muoiono mai: sotto di un gol e nel gioco durante tutta la prima frazione, la nazionale di Ante Čačić trova la forza e l’orgoglio per reagire e per costruire una storica rimonta nella serata di Bordeaux, in cui vanno a segno tre da Serie A.

La Roja, che sull’1-1 sbaglia pure un rigore con Sergio Ramos, è affossata: primo k.o. dopo 14 incontri a un Europeo e sconfitta ancor più pesante, perché equivale alla discesa al secondo posto e spinge gli iberici di Vicente Del Bosque contro l’Italia di Conte (anche se pure noi non siamo tranquilli, visti gli ultimi precedenti… ma ci torneremo).

Eppure le Furie Rosse avevano giocato un primo tempo funambolico: Croazia in bambola completa (senza diversi titolari fra scelte tecniche e defezioni, alcuni da preservare tipo Modric) e Silva che si diverte a fare giocate dappertutto. Tipo quella che al 7’ imbecca Fabregas, tiro-cross di Cesc e correzione sotto misura dell’ormai ex juventino Morata: terzo gol in questo Euro 2016, capocannoniere del torneo insieme a Bale.

Poco dopo però la Croazia comincia a mandare i primi segnali: prima una traversa, bellissima ma sfortunata, di Rakitic salva De Gea. D’altro canto nel calcio, se non raddoppi presto, sei sempre a rischio.

La Spagna se ne accorge all’imbrunire della prima frazione, quando Perisic sfonda sulla sinistra con velocità, doppio dribbling sui diretti interessati e cross di destro che il viola Kalinic corregge sotto il naso di De Gea con il tacco esterno destro. La Roja torna a subire gol dopo quello di Di Natale all’esordio di Euro 2012.

Nella ripresa la Croazia fa pure di più facendo tremare Del Bosque in panchina; Kuipers però non concede il rigore per un presunto aggancio subito da Pjaca in area spagnola.

Pochi minuti dopo il rigore arriva, ma è spagnolo: Vrsaljko tampona Silva, arbitro inamovibile, sul dischetto si presenta Sergio Ramos, con Srna che ascolta i consigli di Modric – compagno dello spagnolo al Real – e li riporta a Subasic. Risultato? Penalty calciato male e portiere che devia fuori dallo specchio.

L’altro momento chiave è, anche qui, al crepuscolo del tempo: all’87’ ripartenza veloce croata e Kalinic restituisce il favore all’interista Perisic, controllo in corsa di destro e De Gea freddato di sinistro sul secondo palo.

Il tempo per rimontare, per la Spagna, è finito. La Croazia si prende di prepotenza il primo posto del girone; alla Spagna non rimane che la parte più difficile del tabellone: quella dove c’è l’Italia. Lunes sarà il vostro lunedì!


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*