ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Atletica, Amsterdam 2016: delusione Trost, ok Galvan e Grenot
Atletica, Amsterdam 2016: delusione Trost, ok Galvan e Grenot

Atletica, Amsterdam 2016: delusione Trost, ok Galvan e Grenot

Nessuna medaglia per l’Italia dell’atletica leggera nella seconda giornata dei Campionati Europei di Amsterdam 2016. Accanto a cocenti delusioni, spiccano però alcuni primati personali che fanno ben sperare in vista delle finali in programma nei prossimi giorni. Vediamo tutti i risultati del day 2.

Partiamo dalle liete note, che provengono dalle due gare dei 400 metri. Grande prova di Libania Grenot: l’atleta di origini cubane, campionessa in carica della distanza, è a dir poco straripante e chiude la sua batteria andando vicinissima al record italiano che già le appartiene. È di 50.43 il suo tempo, che vale il primo crono nelle qualificazioni e favori del pronostico per la finale che domani assegnerà le medaglie.

Ho corso in questo modo per far capire a tutte chi è che comanda. Avrò gli occhi di tutti addosso ma mi fa piacere, significa che sto correndo forte e che metto paura alle mie avversarie”, è la dichiarazione di guerra lasciata dalla trentaduenne caraibica.

Finale e record anche per Matteo Galvan: allo Stadio Olimpico di Amsterdam l’azzurro ritocca in 45.12 il record nazionale che già gli appartiene. Domani, alle 19:50, l’ultima sfida.

Arriva il primato italiano juniores per il diciottenne velocista Filippo Tortu: il 10.19 non vale la finale dei 100 metri, ma è una gran bella prestazione quella compiuta dal ragazzo brianzolo. A vincere la medaglia d’oro è l’idolo di casa Churandy Martina, che ferma il crono sui 10.07, battendo al fotofinish il turco di origine giamaicana Jak Ali Harvey (10.07) e il francese Jimmy Vicaut, recordman europeo, capace di soli 10.08.

Non volano in alto Alessia Trost e Desirée Rossit; deludono le due azzurre, che non vanno oltre la sesta posizione (tre errori a 1.93) al termine di una gara modesta, portata a casa dalla più esperta delle partecipanti, la spagnola Ruth Beitia con la misura di 1.98.

Non bene Marcell Lamont Jacobs nella finale del salto in lungo: solo 7,59 per l’atleta di origini statunitensi, che si piazza all’undicesimo posto nella gara vinta dal campione olimpico e mondiale Greg Rutherford con 8.25. Lontana, per l’italiano, anche la qualificazione olimpica (8.15 richiesto).

Giavellotto uomini al lettone Zigismunds Sirmais, capace di arrivare fino alla misura di 86.66 metri (record personale) al quinto tentativo. Nel decathlon è il venticinquenne belga Thomas Van Der Plaetsen a trionfare con 8218 punti.

I 200 donne vanno alla ventenne britannica Dina Asher-Smith, che chiude a 22.37 davanti alla bulgara Ivet Lalova (moglie di Simone Collio) e alla tedesca Gina Luckenkemper (22.74). Sorpresa sui 100 hs, dove a vincere è la tedesca Cindy Roleder in 12″62, primato stagionale dell’anno. Ancora Germania nel peso donne grazie a Christina Schwanitz, con la misura di 20.17 (di nuovo record stagionale europeo).

Di seguito il programma e gli azzurri impegnati nella terza giornata di Amsterdam 2016.

12:15 100mhs D Heptathlon
12:30 Martello U Qual. Gr. A FALLONI
12:55 110mhs U Batterie ABATE, FOFANA, PERINI
13:00 Alto D Heptathlon
13:10 Triplo D Qual. Gr.A e Gr.B DERKACH
13:30 3000m St. D Batterie
13:50 Martello U Qual. Gr.B LINGUA
14:15 400mhs D Batterie
18:05 Peso D Heptathlon
18:10 Martello D Finale
18:15 1500m D Batterie MAGNANI
18:35 800m U SF BENEDETTI, LAHBI
18:40 Asta U Finale
18:50 200m U SF DESALU, INFANTINO, MANENTI
19:15 100m D SF HOOPER, SIRAGUSA
19:20 Lungo D Finale
19:40 400mhs U Finale
19:50 400m U Finale GALVAN
20:00 200m D Heptathlon
20:15 Disco D Finale STRUMILLO
20:25 400m D Finale GRENOT
20:35 200m U Finale ev. Desalu, Infantino, Manenti
20:45 10.000m U Finale EL MAZOURY
21:25 3000m St. U Finale BAMOUSSA, CHATBI, FLORIANI
21:45 100m D Finale ev. Hooper, Siragusa


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*