ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Austria 2016, ancora Ruffoni: Bardiani-Csf scatenata
Giro d’Austria 2016, ancora Ruffoni: Bardiani-Csf scatenata
Nicola Ruffoni. Foto @Österreich Rundfahrt

Giro d’Austria 2016, ancora Ruffoni: Bardiani-Csf scatenata

È un Giro d’Austria 2016 ricco di soddisfazioni in casa Bardiani-Csf: la formazione Professional italiana mette a segno il terzo successo su sei tappe disputate e, ventiquattro ore dopo la splendida prima affermazione da pro’ di Simone Sterbini, arriva il bis allo sprint di Nicola Ruffoni, già vincitore della prima tappa in linea.

Sta vivendo un ottimo momento di forma il venticinquenne bresciano, che in attesa di prendere parte, la prossima settimana, al Tour de Pologne, si sta divertendo a monopolizzare le volate alla Osterreich Rundfahrt. Stavolta ad arrendersi al velocista azzurro, sul traguardo di Stegersbach, dopo 203 km, sono Daniel Auer (Team Felbermayr – Simplon Wels) e Sylwester Janiszewski (Wibatech Fuji), mentre è solo nono l’altro italiano Andrea Pasqualon (Team Roth).

Elogiare la squadra è il minimo che possa fare“, dichiara Ruffoni, che poi osserva: “Siamo arrivati in Austria con l’obiettivo di vincere una tappa e ne abbiamo conquistate addirittura tre. Non credo si possa chiedere di meglio […] È una grandissima iniezione di fiducia”.

In classifica generale rimane al comando il ceco Jan Hirt (CCC Sprandi-Polkowice), che ormai si avvicina al successo finale ma, comunque vada, l’Italia targata #greenteam si fatta come sempre valere ancora una volta. Domani la conclusione della corsa sulle strade della capitale austriaca, Vienna.

Tanti piazzamenti, ma non arriva neppure oggi la vittoria per un nostro rappresentante al Sibiu Tour 2016. La seconda tappa della corsa romena va infatti al bulgaro Nikolay Mihaylov (CCC Sprandi-Polkowice), che allunga nelle fasi finali di gara e precede sul traguardo di Paltinis Francesco Gavazzi (Androni – Sidermec) e l’olandese Derk Abel Beckeringh (Parkhotel Valkenburg CT). Quarto posto per Alex Turrin (Unieuro Wilier – Trevigiani), sesto per Nicola Genovese (D’Amico-Bottecchia), decimo per Giacomo Berlato (Nippo-Vini Fantini).

I succitati corridori sono i protagonisti della fuga di giornata e riescono a resistere al rientro del gruppo sulla salita finale, dove il corridore dell’est Europa riesce a piazzare l’acuto vincente. Domani la cronoscalata di 6.8 km che potrebbe dare un nuovo volto alla classifica generale, che attualmente rispecchia l’ordine d’arrivo odierno.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*