ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tour de France 2016, Dumoulin bis nel giorno del dolore. Prove di forza per Froome e Mollema
Tour de France 2016, Dumoulin bis nel giorno del dolore. Prove di forza per Froome e Mollema

Tour de France 2016, Dumoulin bis nel giorno del dolore. Prove di forza per Froome e Mollema

È il giorno del dolore al Tour de France 2016: il vile attentato avvenuto a Nizza nel giorno della festa nazionale francese non può passare inosservato: sobrietà e toni sommessi caratterizzano la 13^ tappa, una cronometro individuale di 37 km a La Caverne du Pont d’Arc. Sul piano agonistico, Tom Dumoulin mette a segno il secondo successo in quest’edizione della Grande Boucle, mentre in classifica generale Chris Froome guadagna su tutti i diretti rivali.

The show must go on: questo quanto deciso dagli organizzatori dell’Aso in merito alla decisione di far disputare o meno la nuova frazione della corsa. Christian Proudhomme ha sottolineato come non correre equivalga ad una vittoria per chi aspira a far precipitare nella paura la nostra civiltà, per cui spazio alla gara, pur con il dovuto rispetto per le quasi 100 vittime dell’attentato.

E la gara premia Tom Dumoulin: il corridore della Giant-Alpecin, già vincitore ad Andorra-Arcalis, mette a segno il secondo successo facendo registrare il miglior tempo nella cronometro individuale partita da Bourg-Saint-Andéol, percorrendo la distanza richiesta in programma in 50’15”. L’olandese è già in forma olimpica e sarà certamente il favorito per la crono a cinque cerchi di Rio 2016, suo grande obiettivo stagionale.

Ma chi davvero può gioire per la prestazione è Chris Froome, che dà una nuova dimostrazione di forza e chiude al secondo posto, guadagnando su tutti i diretti rivali per la classifica generale: 1’03” il ritardo del britannico dal vincitore odierno, ma il gap nei confronti di chi lo insegue è considerevole.

Soltanto Bauke Mollema (Trek-Segafredo) riesce a limitare i danni e, pagando meno di 1′ dal Keniano bianco, si porta meritatamente in seconda posizione in graduatoria, dando continuità a quanto di buono già vedere sul Mont Ventoux, quando fu il migliore dei big.

Scavalcati, dunque, il giovane Adam Yates (Orica-BikeExchange), e soprattutto Nairo Quintana (Movistar), dato alla vigilia come il più accreditato rivale di Froome. Dopo le difficoltà riscontrate nella giornata di ieri – e l’immagine che lo inchioda mentre si aggrappa per qualche secondo ad una moto, mentre la strada sale, è impietosa – il colombiano paga ancora quest’oggi ed è ora a 3′ dalla maglia gialla.

Ci si aspettava di più dai due capitani della Bmc, Tejay Van Garderen e Richie Porte, che accusano entrambi circa due minuti dal campione uscente della Grande Boucle e uno da Mollema, nonostante sul percorso proposto fossero considerati tra i migliori della vigilia.

Non bene, purtroppo, Fabio Aru: il capitano della Astana è il peggiore tra coloro che ambiscono alle posizioni nobili e, nonostante rimanga in top ten (decimo posto), ha ora un ritardo di 5′ dalla vetta. Lo stesso sardo, difatti, si dichiara “Non soddisfatto” della sua prova: “Ho perso un po’ troppo […] Ho dato il massimo per quella che era la mia condizione oggi. Ora pensiamo a riposare“.

Con Thibaut Pinot (FDJ) non partito stamane causa bronchite, il migliore dei francesi rimane Romain Bardet (Ag2R La Mondiale), ancora in lizza per un posto in top 5: il corridore di casa è ora settimo a poco più di quattro minuti.

Ordine d’arrivo 13^ tappa:

1 Tom Dumoulin (Ned) Giant-Alpecin 0:50:15
2 Christopher Froome (GBr) Team Sky 0:01:03
3 Nelson Oliveira (Por) Movistar Team 0:01:31
4 Jerome Coppel (Fra) IAM Cycling 0:01:35
5 Rohan Dennis (Aus) BMC Racing 0:01:45
6 Bauke Mollema (Ned) Trek-Segafredo 0:01:54
7 Geraint Thomas (GBr) Team Sky 0:02:00
8 Ion Izagirre (Spa) MovistarTeam 0:02:02
9 Tony Martin (Ger) Etixx-QuickStep 0:02:05
10 Steve Cummings (GBr) Dimension Data 0:02:24

Classifica generale:

1. GBR FROOME Christopher 1 TEAM SKY 58h 02′ 51”
2. NED MOLLEMA Bauke 61 TREK – SEGAFREDO 58h 04′ 38” + 01′ 47”
3. GBR YATES Adam 209 ORICA-BIKEEXCHANGE 58h 05′ 36” + 02′ 45”
4. COL QUINTANA Nairo 11 MOVISTAR TEAM 58h 05′ 50” + 02′ 59”
5. ESP VALVERDE Alejandro 12 MOVISTAR TEAM 58h 06′ 08” + 03′ 17”
6. USA VAN GARDEREN Tejay 99 BMC RACING TEAM 58h 06′ 10” + 03′ 19”
7. FRA BARDET Romain 41 AG2R LA MONDIALE 58h 06′ 55” + 04′ 04”
8. AUS PORTE Richie 91 BMC RACING TEAM 58h 07′ 18” + 04′ 27”
9. IRL MARTIN Daniel 184 ETIXX-QUICK STEP 58h 07′ 54” + 05′ 03”
10. ITA ARU Fabio 21 ASTANA PRO TEAM 58h 08′ 07” + 05′ 16”


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*