ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Italvolley, che peccato: la Serbia vince 3-2 e ci toglie la finale di World League
Italvolley, che peccato: la Serbia vince 3-2 e ci toglie la finale di World League
Italia-Serbia Italvolley Final Six World League 2016

Italvolley, che peccato: la Serbia vince 3-2 e ci toglie la finale di World League

Finisce nella semifinale della Final Six il sogno World League 2016 per Italvolley: gli azzurri di Blengini finiscono battuti al tie-break dalla Serbia di Grbic e dicono addio ancora una volta a un passo dalla finale. Per il bronzo c’è la Francia.

Nella serata azzurra di Cracovia restano amarezza e rimpianti: quelli di chi ancora una volta ha accarezzato il sogno di una nuova finale nel torneo itinerante del volley mondiale per eccellenza, 12 anni dopo l’ultima conquistata e persa contro il Brasile e a 16 anni dall’ultimo trionfo.

È stata una partita vibrante, nervosa, tesa e allo stesso emozionante: la Nazionale ha ceduto solo al tie-break (23-25; 25-21; 25-23; 18-25; 15-11) contro i serbi, che dall’inizio del torneo avevano dichiarato la loro volontà di portarsi a casa la competizione, dopo aver fallito l’aggancio all’Olimpiade.

Comunque vada l’Italia ha giocato forte, e resta un’ottima iniezione di fiducia a meno di tre settimane dall’inizio di Rio 2016: squadra mai arrendevole, pimpante in attacco e tosta anche a muro; il difetto semmai si è visto nella cattiveria mancata sotto rete nel momento cruciale del match.

Paga, Italvolley, i due errori decisivi di Ivan Zaytsev nel tie-break che le avrebbero consentito di rimanere a contatto della Serbia. Lo Zar resta il migliore in campo degli azzurri (21 punti) ma quel 35% in attacco pesa tanto e soprattutto pesano quei due ori: il ragazzo spoletano si è già assunto tutte le responsabilità, da campione serio qual è.

Per il resto Juantorena a intermittenza (18), Lanza finalmente all’altezza (14) e cresciuto grazie soprattutto all’ingresso di Sottile, che ha dato fiato a Giannelli e ci ha tenuto a lungo in piedi.

Domani ore 17.30 Birarelli e compagni proveranno a riprendersi il bronzo che all’Italia del volley maschile manca in World League da Firenze 2014. L’avversario è la Francia: vincere stavolta però vale molto più di un primo posto e, in vista di Rio 2016, darebbe tanto, tantissimo morale.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*