ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tour de France 2016, la fuga premia Pantano
Tour de France 2016, la fuga premia Pantano
Jarlinson Pantano. Foto: Getty Images Sport

Tour de France 2016, la fuga premia Pantano

Arriva la fuga nella 15^ tappa del Tour de France 2016: Jarlinson Pantano (IAM Cycling) si piazza al primo posto sul traguardo di Culoz dopo aver battuto in uno sprint a due Rafal Majka (Tinkoff). Immutata la generale: nessuno ha il coraggio di rovesciare l’attuale situazione e così Chris Froome (Team Sky) mantiene agevolmente la maglia gialla.

Di strada in salita, dalla partenza da Bourg-en-Bresse, ce n’è molta: sei Gran Premi della Montagna da scalare, tra cui la Grand Colombier, situata nel Massiccio del Giura. Si parte tutti uniti e poi, poco prima del primo colle in programma, il 1^ categoria del Berthiand, il cacciatore della maglia a pois Rafal Majka (Tinkoff) scatta per guadagnare i punti. Lo segue il russo Ilnur Zakarin (Katusha) e da lì si forma pian piano un drappello ben nutrito di corridori, ben 28.

Assieme ai due sopra citati, ecco gli altri battistrada: Jon Izagirre e Nelson Oliveira (Movistar), Vincenzo Nibali e Tanel Kangert (Astana), Domenico Pozzovivo e Alexis Vuillermoz (AG2R-LaMondiale), George Bennett (LottoNL-Jumbo), Haimar Zubeldia (Trek), Stef Clement, Jérôme Coppel e Jarlinson Pantano (IAM), Pierre Rolland, Tom-Jelte Slagter e Dylan van Baarle (Cannondale-Drapac), Serge Pauwels (Dimension Data), Tom Dumoulin (Giant-Alpecin), Steve Morabito e Sébastien Reichenbach (FDJ), Bartosz Huzarski (Bora-Argon 18), Alberto Losada (Katusha), Kristjian Durasek, Tsgabu Grmay e Jan Polanc (Lampre-Merida), Romain Sicard e Thomas Voeckler (Direct Energie), Julian Alaphilippe (Etixx-Quick Step), Dani Navarro (Cofidis) e Ruben Plaza (Orica-BikeExchange).

Il Team Sky non concede inizialmente spazio, ma quando si supera il cartello dei 100 km alla conclusione, il gap supera i sei minuti. Davanti si va d’accordo fino all’imbocco della Grand Colombier, quando il primo a scattare è Tom Dumoulin, che cerca il tris dopo le vittorie già conseguite ad Andorra-Arcalis e La Caverne du Pont d’Arc. L’olandese viene raggiunto da Nibali, Pantano e Pozzovivo, ma prima il siciliano, poi gli altri tre, vengono raggiunti e superati da Majka e Zakarin, che si ritrovano in testa dopo essere stati loro stessi a dare il via alla fuga. Il polacco scollina per primo sulla montagna HC e viene poi raggiunto da Pantano.

Dietro è la Astana a fare il ritmo: Jakub Fuglsang, Tanel Kangert, Diego Rosa e il ripreso Vincenzo Nibali scremano il gruppo, poi verso la Lacets du Grand Colombier è lo stesso Fabio Aru il primo a scattare. Prova a seguirlo Alejandro Valverde (Movistar), ma la Sky si rivela ancora una volta una vera corazzata e non lascia spazio ai due. Nessun altro ha il coraggio di scardinare la forza del team britannico: innocuo anche il tentativo di Romain Bardet (Ag2R La Mondiale) in discesa.

E così, mentre il gruppetto dei migliori scorta Chris Froome verso una nuova giornata in maglia gialla, davanti Majka e Pantano si giocano la vittoria allo sprint: la posizione favorisce il polacco, ma il colombiano riesce a sopravanzarlo e a portare a casa la tappa. Dopo la bella affermazione al Giro di Svizzera, ecco un altro successo prestigioso per il sudamericano.

Majka può consolarsi con la riconquista della maglia a pois, mentre ancora una volta è rinviato l’appuntamento con la vittoria per un corridore francese: stavolta il migliore è Alexis Vuillermoz, terzo a pochi secondi dai primi.

Ordine d’arrivo 15^ tappa:

1 PANTANO Jarlinson 4:24:49 IAM CYCLING No79
2 MAJKA Rafal + 00′ 00” TINKOFF No37
3 VUILLERMOZ Alexis + 00′ 06” AG2R LA MONDIALE No49
4 REICHENBACH Sébastien + 00′ 06” FDJ No126
5 ALAPHILIPPE Julian + 00′ 22” ETIXX-QUICK STEP No182
6 PAUWELS Serge + 00′ 25” TEAM DIMENSION DATA No107
7 ROLLAND Pierre + 00′ 25” CANNONDALE DRAPAC TEAM No81
8 ZAKARIN Ilnur + 01′ 30” TEAM KATUSHA No149
9 NAVARRO Daniel + 01′ 30” COFIDIS SOLUTIONS CREDITS No191
10 SLAGTER Tom Jelte + 02′ 08” CANNONDALE DRAPAC TEAM No88

Classifica generale:

1 Christopher Froome (GBr) Team Sky 63:46:40
2 Bauke Mollema (Ned) Trek-Segafredo 0:01:47
3 Adam Yates (GBr) Orica-BikeExchange 0:02:45
4 Nairo Quintana (Col) Movistar Team 0:02:59
5 Alejandro Valverde (Spa) Movistar Team 0:03:17
6 Tejay Van Garderen (USA) BMC Racing Team 0:03:19
7 Romain Bardet (Fra) AG2R La Mondiale 0:04:04
8 Richie Porte (Aus) BMC Racing Team 0:04:27
9 Daniel Martin (Irl) Etixx – Quick-Step 0:05:03
10 Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team 0:05:16


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*