ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Italia, non sarà un’avVentura: presentato il nuovo c.t. della Nazionale
Italia, non sarà un’avVentura: presentato il nuovo c.t. della Nazionale
Giampiero Ventura nuovo c.t. Nazionale Italia

Italia, non sarà un’avVentura: presentato il nuovo c.t. della Nazionale

Nessuna avventura nel buio per il nuovo corso della Nazionale: nella presentazione a Coverciano il nuovo c.t. Ventura ha definito i valori dell’Italia che verrà.

L’ex tecnico del Torino, classe 1948, è apparso contento per l’inizio dell’avventura in azzurro e c’ha tenuto innanzitutto a stabilire i due capisaldi della Nazionale che ha in mente di plasmare nel prossimo biennio, in vista dei Mondiali di Russia 2018, con inizio delle gare di qualificazione a inizio settembre.

Continuità col passato e cura dei dettagli: Ventura ha ringraziato il suo predecessore, Antonio Conte, che è riuscito a instillare nel gruppo azzurro la dedizione al sacrificio e al lavoro che ha consentito all’ Italia di sfiorare la grande impresa agli ultimi Europei, portando la Germania campione del mondo addirittura ai rigori.

Il nuovo c.t. prenderà esempio anche da Conte per il modulo: non si esce dalla strada ormai solcata col 3-5-2 di contiana memoria, anche se lo stesso Ventura ha fatto intendere che potrebbero esserci tanti cambiamenti, data la varietà di esterni d’attacco che il calcio italiano sta esibendo in questi ultimissimi anni. Qualche segnale d’apertura dunque ai vari Bernardeschi, Bonaventura ed El Shaarawy, rimasti ai margini della Nazionale di Conte fra qualificazioni ed Euro 2016.

Niente preclusioni per nessuno insomma: il gruppo dei 23 convocati per la Francia è solido, ma Ventura è pronto a innestare su di esso altri nomi importanti del panorama del calcio italiano. Fra tutti c’è probabilmente anche quel Mimmo Berardi ormai in odor di Nazionale maggiore.

Il discorso di Coverciano cade poi sia su Pellè («È una situazione che verificheremo: certo è che la Cina è lontana…») e su Balotelli: «Come sempre parlerà il campo: se dimostra di meritare la chiamata, non ci saranno problemi di alcun tipo».

Agli attributi costruiti da Conte nell’ultimo biennio, Ventura promette di aggiungere un suo tocco: trasformare cioè la prossima Nazionale in una creatura eccitante, capace di far innamorare ancora di più i tifosi e di arrivare laddove merita. «Non vedo l’ora di iniziare – ha concluso il c.t. -. Partiamo da una base solida, provando a fare un passo in avanti».


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*