ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tour de France 2016, superlativo Froome a Mégève. Ottimo Aru
Tour de France 2016, superlativo Froome a Mégève. Ottimo Aru

Tour de France 2016, superlativo Froome a Mégève. Ottimo Aru

Ennesima prestazione superlativa di Chris Froome al Tour de France 2016: il britannico del Team Sky blinda ancor di più la sua leadership in classifica generale vincendo la 18^ tappa, una cronoscalata di 16 km a Mégève. Ottimo Fabio Aru (Astana), che guadagna sugli altri big.

Se nelle frazioni in salita non appare incisivo come gli altri anni, Chris Froome non ha davvero rivali nelle prove contro il tempo. È in queste specialità che ha costruito gran parte del suo vantaggio in questa Grande Boucle e anche stavolta, nella atipica cronoscalata di Megève, non ce n’è per nessuno: 30’43” il tempo da lui impiegato per percorrere il tragitto comprendente la Cote de Comancy.

Spodestato, negli ultimi chilometri, colui che stava già assaporando il piacere del tris personale, vale a dire Tom Dumoulin, che nonostante il secondo posto può ben essere soddisfatto della forma fisica davvero ottima in vista delle Olimpiadi di Rio.

Sono 21 i secondi che separano l’olandese della Giant-Alpecin dal primo classificato, 33″ quelli che separano quest’ultimo da Fabio Aru (Astana), ottimo terzo. Una gran bella prova, quella del sardo, che riesce ad avere la meglio su tutti i rivali per le posizioni buone della classifica e diventa uno dei personaggi più attesi in vista della due giorni alpina che deciderà le sorti della corsa.

A pari merito col Cavaliere dei Quattro Mori è Richie Porte (Bmc), che sembra sempre più proiettato verso il podio, nove secondi più dietro Romain Bardet (Ag2R La Mondiale), altro ragazzo dal rendimento costante in questa corsa a tappe. Nei dieci, in ottica generale, anche Louis Meintjes (Lampre-merida) e, a chiudere la top ten, Nairo Quintana.

Ancora una volta sottotono la prestazione del colombiano, che non riesce a trovare lo smalto per poter competere per qualcosa di importante. In classifica rimane quarto, ma il ritardo di 4 minuti rende quasi vano ogni tentativo di impresa.

A precederlo sono Bauke Mollema (Trek-Segafredo), che riesce a mantenere la seconda piazza nonostante una prova nella norma, e Adam Yates (Orica-BikeExchange). La lotta per il podio si fa a questo punto molto interessante: cinque corridori – da Mollema secondo ad Aru settimo – sono separati da poco più di due minuti. Con le due tappe alpine rimanenti, tutto può ancora succedere. Alle spalle di Froome, ovviamente.

Ordine d’arrivo 18^ tappa:

1 Christopher Froome (GBr) Team Sky 0:30:43
2 Tom Dumoulin (Ned) Team Giant-Alpecin 0:00:21
3 Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team 0:00:33
4 Richie Porte (Aus) BMC Racing Team 0:00:33
5 Romain Bardet (Fra) AG2R La Mondiale 0:00:42
6 Thomas De Gendt (Bel) Lotto Soudal 0:01:02
7 Jon Izaguirre (Spa) Movistar Team 0:01:03
8 Joaquin Rodriguez (Spa) Team Katusha 0:01:05
9 Louis Meintjes (RSA) Lampre – Merida 0:01:08
10 Nairo Quintana (Col) Movistar Team 0:01:10

Classifica generale:

1 Christopher Froome (GBr) Team Sky 77:55:53
2 Bauke Mollema (Ned) Trek-Segafredo 0:03:52
3 Adam Yates (GBr) Orica-BikeExchange 0:04:17
4 Nairo Quintana (Col) Movistar Team 0:04:37
5 Romain Bardet (Fra) AG2R La Mondiale 0:04:58
6 Richie Porte (Aus) BMC Racing Team 0:05:00
7 Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team 0:06:08
8 Alejandro Valverde (Spa) Movistar Team 0:06:37
9 Louis Meintjes (RSA) Lampre – Merida 0:07:15
10 Daniel Martin (Irl) Etixx – Quick-Step 0:07:18
11 Joaquim Rodriguez (Spa) Team Katusha 0:08:11
12 Roman Kreuziger (Cze) Tinkoff Team 0:08:24


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*