ULTIME NEWS
Home > Calciomercato > Higuain-Juve: blitz, visite mediche e accordo, è fatta! Lunedì l’annuncio

Higuain-Juve: blitz, visite mediche e accordo, è fatta! Lunedì l’annuncio

Higuain-Juve: la telenovela è praticamente finita. Il Pipita ha svolto le visite mediche in gran segreto a Madrid; lunedì l’annuncio dell’accordo col pagamento della clausola.

Ecco svelato il silenzio juventino di questi giorni: tutto preparato fin nei minimi dettagli e nel massimo riserbo, senza alcuna indiscrezione. Ieri sera a Madrid Higuain ha effettuato le visite mediche a Madrid, dove si trovava già il fratello-agente Nicolas.

Dopo aver strappato l’accordo al Pipita e al suo entourage (quadriennale da 7,5 milioni netti a stagione), Marotta avrebbe telefonato a De Laurentiis per tentare di capire i margini dell’immediato futuro: imbastire una nuova trattativa oppure pagare interamente la clausola di 94,7 milioni per liberarlo dal Napoli?

L’unica prospettiva percorribile resta quest’ultima: dopo il primo approccio di lunedì firmato Marotta, il niet di ADL e il gelo calato in settimana, sembrava anzi che tutto fosse risolto a vantaggio della società partenopea. La sensazione rimaneva quella: Higuain pronto a raggiungere Sarri e i compagni nel ritiro trentino di Dimaro il 25 come secondo programma e forse titoli di coda su un abbaglio di calciomercato.

In realtà però la Juve non ha mai mollato l’osso, preparando un nuovo decisivo assalto; la stessa speranza dei tifosi azzurri evitando l’addio e manifestando tutto il loro calore verso il Pipita si è però ormai spenta. Già dalla mattinata sui social network i tifosi del Napoli si sono parecchio risentiti mostrando al contrario la loro delusione per un addio che viene interpretato come aperto tradimento sotto al Vesuvio.

Con tutta probabilità dunque Higuain non andrà in ritiro; già lunedì potrebbe esserci l’annuncio ufficiale e la firma definitiva sul nuovo contratto che lo farà bianconero per 4 anni. Un affronto che a Napoli difficilmente manderanno giù nei prossimi mesi.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*