ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Rio 2016, Cancellara e Armstrong strepitosi a cronometro
Rio 2016, Cancellara e Armstrong strepitosi a cronometro
Fabian Cancellara. Foto: Getty Images

Rio 2016, Cancellara e Armstrong strepitosi a cronometro

Due mostri sacri trionfano nelle prove a cronometro di ciclismo su strada ai Giochi Olimpici di Rio 2016: sono Fabian Cancellara (Svizzera) e Kristin Armstrong (Stati Uniti), ancora campioni olimpici contro il tempo.

UOMINI. Il ritorno della Locomotiva di Berna. Prima di abdicare a fine stagione, Fabian Cancellara lancia un ultimo straordinario acuto alle Olimpiadi. Otto anni dopo l’oro di Pechino 2008, ne consegue un altro, incredibile, sulle strade di Rio de Janeiro.

Partito in sordina, il corridore svizzero ha letteralmente demolito la concorrenza, dando una indiscutibile prova di forza: 1.12.15 il tempo impiegato per percorrere il difficile circuito di Grumari, 47″ in meno del secondo classificato, l’olandese Tom Dumoulin, che con una condizione fisica non al meglio dopo l’incidente in cui è incappato all’ultimo Tour riesce comunque a sfoderare una ottima prestazione.

Non riesce nell’impresa, invece, Christopher Froome (Gran Bretagna), che conquista la medaglia di bronzo come già aveva fatto quattro anni fa a Londra. Oltre un minuto il dazio del britannico, ben più ampi quelli di tutti gli altri: Tony Martin (Germania) accusa oltre tre minuti, l’attuale campione iridato contro il tempo Vasyl Kiryenka (Bielorussia) quasi quattro. Molto indietro il rappresentante dell’Italia Damiano Caruso, che chiude in ventisettesima posizione.

Dopo quattro titoli mondiali contro le lancette e numerose Classiche, ecco una nuova (forse ultima) impresa di Spartacus, il più forte passista degli ultimi vent’anni. Il quale, quando comprende di aver vinto, si lascia andare ad un pianto liberatorio.

Ordine d’arrivo:

1 Fabian Cancellara (Switzerland) 1:12:15
2 Tom Dumoulin (Netherlands) 0:00:47
3 Christopher Froome (Great Britain) 0:01:02
4 Jonathan Castroviejo Nicolas (Spain) 0:01:06
5 Rohan Dennis (Australia) 0:01:10
6 Maciej Bodnar (Poland) 0:01:50
7 Nelson Oliveira (Portugal) 0:02:00
8 Jon Izaguirre Insausti (Spain) 0:02:06
9 Geraint Thomas (Great Britain) 0:02:37
10 Primoz Roglic (Slovenia) 0:02:40

DONNE. Imbattuta da 12 anni: fenomenale la statunitense Kristin Armstrong, che dopo gli ori a Pechino 2008 e Londra 2012, si prende anche quello di Rio 2016. La mamma a stelle e strisce ferma il cronometro sul tempo di 44’26”, facendo meglio di 5″ della russa Olga Zabelinskaya, argento, e di 11″ dell’olandese Anna Van Der Breggen, bronzo.

Quarto posto per l’altra atleta dei Paesi Bassi, Ellen Van Dijk, che può recriminare per un errore commesso lungo la salita di Grumari (fuoripista), a causa del quale ha perso i secondi necessari per finire sul podio. Ottimo quinto posto, a 22″ dalla vincitrice, per l’italiana Elisa Longo Borghini, che dopo il bronzo della prova in linea sfodera un’altra prestazione all’altezza, dimostrando di poter competere con le specialiste della disciplina.

Ordine d’arrivo:

1 Kristin Armstrong (United States) 0:44:26.42
2 Olga Zabelinskaya (Russia) 0:00:05.55
3 Anna van der Breggen (Netherlands) 0:00:11.38
4 Ellen van Dijk (Netherlands) 0:00:22.32
5 Elisa Longo Borghini (Italy) 0:00:25.52
6 Linda Villumsen (New Zealand) 0:00:28.29
7 Tara Whitten (Canada) 0:00:34.74
8 Lisa Brenauer (Germany) 0:00:56.20
9 Katrin Garfoot (Australia) 0:01:08.61
10 Evelyn Stevens (United States) 0:01:33.66


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*