ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Rio 2016: la spada a squadre maschile s’arrende alla Francia ma è un ottimo argento
Rio 2016: la spada a squadre maschile s’arrende alla Francia ma è un ottimo argento
Italia-Francia spada a squadre maschile Rio 2016

Rio 2016: la spada a squadre maschile s’arrende alla Francia ma è un ottimo argento

Bella e a tanto così dall’oro olimpico: a Rio 2016 la spada a squadre maschile s’aggiudica l’argento, sconfitta dalla Francia 30-45. Argento per Garozzo, Pizzo, Fichera e Santarelli.

La squadra della spada si inserisce dunque perfettamente nel podio azzurro della giornata di Rio 2016, culminato nell’oro di Niccolò Campriani nella carabina 50 metri tre posizioni e nel bronzo di Tania Cagnotto dal trampolino tre metri. Quella dei ragazzi azzurri è la quarta medaglia della scherma italiana a questi Giochi (dopo l’argento di Rossella Fiamingo nella spada femminile, l’oro di Daniele Garozzo nel fioretto maschile, l’argento della Di Francisca nel fioretto femminile), la 125ª nella storia di questo sport.

La sconfitta di Garozzo “jr.”, Pizzo, Fichera e Santarelli arriva al termine di una gara praticamente sempre condotta in vantaggio dagli omologhi francesi Jerent, Grumier, Borel e Lucenay (soprattutto con un Borel praticamente devastante in tutti gli scontri diretti); per la prima volta dopo i precedenti di Atlanta 1996 e Sidney 2000 i francesi ci battono e si prendono una pesante rivincita.

Era da Atlanta 1996 che la spada italiana a squadre maschile non arrivava in finale, ma comunque l’argento di stasera vale come la 21esima medaglia della spedizione olimpica di tutto il Team Italia.

Il torneo disputato dai quattro ragazzi italiani resta a dir poco encomiabile: i quattro portacolori della spada erano stati letteralmente fantastici battendo in semifinale i campioni del mondo dell’Ucraina; un 45-33 in un match dominato dalla prima all’ultima stoccata, con un vantaggio di addirittura 16 punti nel finale.

Nell’ultimo assalto il numero 1 ucraino Nikishin ha abbozzato un tentativo di rimonta ma Fichera lo ha rintuzzato con freddezza. L’Ucraina ha poi perso la finalina per il bronzo, battuta 37-39 dall’Ungheria.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*