ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A 1ª giornata/1: alla Juve è subito Pipita; Roma di quarta, Milan… di Bacca
Serie A 1ª giornata/1: alla Juve è subito Pipita; Roma di quarta, Milan… di Bacca
Gonzalo Higuain. Foto: LaPresse

Serie A 1ª giornata/1: alla Juve è subito Pipita; Roma di quarta, Milan… di Bacca

Tanti i temi offerti dalla 1ª giornata di Serie A: dalla quarta ingranata dalla Roma al debutto grande di Higuain con la Juve, fino al Milan di Bacca e Gigio.

La copertina se la prende chiaramente lui, l’uomo dell’estate: già hombre del partido alla prima da bianconero nel suo nuovo stadio. Gonzalo Higuain c’ha messo poco a ribadire la sua grandezza in area di rigore: 9’ e al primo pallone toccato rete che si gonfia e urla levata al cielo.

Un esordio da fenomeno, che consente alla Juve di regolare 2-1 la Fiorentina, di cacciare via subito i fantasmi arrivati dopo che Kalinic aveva pareggiato il gol di Khedira e di puntare l’indice per terra come a dire: noi siamo qui, venite a prenderci.

Dietro però si stanno già dando da fare: a iniziare dalla Roma di Spalletti, che con l’Udinese ha giocato a forza 4 scrollandosi di dosso i bianconeri dopo un’ora di gioco. Una vittoria perentoria per i giallorossi che vogliono fare la voce grossa sin da subito per evitare che la rivale storica scappi.

Segnali positivi la freschezza di Salah, l’estro di Perotti e il ritorno al gol convincente di Edin Dzeko: mister bidone, come lo chiamavano i laziali, ha iniziato col piede giusto la stagione del suo riscatto romano.

Ora per Totti, De Rossi e soci martedì c’è la partita più importante: entrare in Champions League battendo il Porto vorrebbe dire combattere su tre fronti anziché due; un buon modo per tornare grandi.

I primi veri brividi emozionanti di questa Serie A comunque li ha regalati nel pomeriggio Milan-Torino: il figliol prodigo Bacca ha fatto capire quanto ai rossoneri uno come lui sarebbe mancato in questa stagione segnalando una clamorosa tripletta; il Toro del “dente avvelenato” Mihajlovic però non si è dato per vinto e con Belotti e Baselli è tornato incredibilmente sotto.

Nel finale thriller, rigore per i granata: rosso a Paletta, tiro del Gallo e Gigio Donnarumma come ha ammesso nel postpartita il tecnico serbo che l’ha allevato e lanciato nel calcio che conta “ha fatto l’ingrato” parando il rigore e regalando la prima vittoria stagionale che dà tanto morale.

Montella quindi debutta vincendo, anche se con più di qualche dubbio nel gioco: Berlusconi e cinesi sono contenti, ma per far tornare il Milan grande ci vorrà costanza di risultati.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*