ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Poitou Charentes 2016, apre Bouhanni. GP Stad Zottegem a Merlier
Poitou Charentes 2016, apre Bouhanni. GP Stad Zottegem a Merlier

Poitou Charentes 2016, apre Bouhanni. GP Stad Zottegem a Merlier

Deve essergli rimasta in gola quella squalifica ad Amburgo che l’ha privato della Classica WorldTour tedesca. Così, Nacer Bouhanni, francese della Cofidis, si è riscattato alla prima occasione utile, vale a dire il Tour de Poitou Charentes 2016: sua la prima tappa della corsa francese davanti al belga Roy Jans e all’italiano Danilo Napolitano, entrambi in forza alla Wanty – Groupe Gobert.

È volata sul traguardo di Puilboreau, dopo 189 km di gara: annullati tutti i tentativi di fuga, si arriva a gruppo compatto e lo sprinter transalpino fa valere il suo spunto veloce per avere la meglio sugli avversari. Buona la prova degli italiani: al terzo posto del giù citato Danilo Napolitano si aggiunge il quinto di Nicola Ruffoni (Bardiani-Csf). Nono posto per uno dei favoriti, Bryan Coquard (Direct Energie).

La seconda tappa è La Rochelle – Niort, di 179.80 km. Si riparte con Bouhanni primo leader della classifica generale. Di seguito l’altimetria.

Epilogo a sorpresa al Grote Prijs Stad Zottegem, corsa in linea disputata in Belgio e giunta alla edizione numero 82. A vincerlo è il giovane corridore di casa Tim Merlier (Crelan – Vastgoedservice), che ha avuto la meglio nel finale di un plotone di circa quaranta unità, selezionatesi al termine degli strappi collocati dagli organizzatori. Merlier succede nell’albo d’oro a Kenny Dehaes.

Sul podio finiscono Timothy Dupont (Verandas Willems) e Marcel Sieberg (Lotto Soudal). Quinto posto per Marco Marcato (Wanty-Groupe Gobert), undicesimo per Liam Bertazzo (Wilier-Southeast).

Il fitto calendario belga prosegue domani con un’altra corsa in linea, la Druivenkoers – Overijse, 1.1 nata nel 1961 che ha in Roger De Vlaeminck e Bjorn Leuckemans i recordmen di vittorie (quattro ciascuno). Nel 2015 si impose Jerome Baugnies. Una sola formazione WorldTour al via, la Lotto Sooudal.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*