ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Champions League Review/1, 3° turno preliminare: Monaco e Ludogorets in scioltezza, Legia e Celtic… che fatica!!!
Champions League Review/1, 3° turno preliminare: Monaco e Ludogorets in scioltezza, Legia e Celtic… che fatica!!!

Champions League Review/1, 3° turno preliminare: Monaco e Ludogorets in scioltezza, Legia e Celtic… che fatica!!!

Champions League Review, 3° turno preliminare: Monaco e Ludogorets in scioltezza, Legia e Celtic.. quanta fatica!!!

Eccoci al consueto appuntamento con la prima parte del racconto delle gare di ritorno del 3° turno preliminare di Champions League: esultano Monaco, Ludogorets, Legia Varsavia e Celtic Glasgow.

Iniziamo dalle qualificazioni ottenute senza grossi patemi d’animo: il Monaco, infatti, dopo 1-2 del Madrigal raggiunge nei gironi il Psg e il Lione grazie all’1-0 ottenuto al Louis II con il Villareal, un match poco esaltante sbloccato soltanto da un rigore trasformato da Fabinho, difensore brasiliano classe 93’ che ha iniziato la stagione a suon di gol (a segno nella prima di campionato e nella gara d’andata).

Chi gioisce della regola “il gol fuori casa vale doppio”, poi, è il Ludogorets, team bulgaro che dopo 1 anno di “purgatorio” torna tra le grandi d’Europa: dopo il 2-0 subito al Nacionalen Stadion Vasil Levski, infatti, il Plzen ci prova, va in vantaggio dopo 7 minuti, ma al 17° è già 1-1, e lì ne sarebbero serviti altri tre di gol. Finisce 2-2, cechi fuori con onore.

Il rovescio della medaglia, della serie “creiamoci problemi da soli”, è rappresentato dalla coppia Legia Varsavia/ Celtic Glasgow: la squadra polacca, che si presenta nel proprio Stadion Wojska Polskiego forte dello 0-2 ottenuto in casa del Dundalk, va sotto dopo 19 minuti (rete di Benson), rischia di subire un altro gol dello stesso attaccante irlandese classe ‘92, rimane in 10 uomini e con qualche sofferenza riesce a pervenire al pareggio soltanto al 92°. Dopo 20 anni, ecco di nuovo i gironi di Champions.

Chiudiamo la review con il “pazzo” Celtic Glasgow, incapace di far dormire sonni tranquilli ai propri tifosi: e dire che i The Bhoys si preparavano alla trasferta del Toto Turner Stadium, fortino dell’Hapoel Be’er Sheva, partendo dal sonoro 5-2 rifilato ai campioni di Israele al Celtic Park.

Questo il copione del match: i padroni di casa sbagliano un rigore con Radi al 15°, segnano l’1-0 al 21° (Sahar), raddoppiano al 48° (Hoban) e sfiorano il colpo del ko finale per ben due volte. Un sentito grazie, per la cronaca, va tributato al n°1 scozzese Gordon.


About Francesco Santoro

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*