ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Vuelta a Espana 2016, Keukelaire primo a Bilbao. Piazzati Sbaragli e Felline
Vuelta a Espana 2016, Keukelaire primo a Bilbao. Piazzati Sbaragli e Felline

Vuelta a Espana 2016, Keukelaire primo a Bilbao. Piazzati Sbaragli e Felline

Parla belga la 12^ tappa della Vuelta a Espana 2016: sul traguardo di Bilbao vince Jens Keukelaire (Orica-BikeExchange), che al termine di una volata piuttosto caotica si lascia dietro Maxime Bouet (Etixx-Quick Step) e i due italiani Fabio Felline (Trek-Segafredo) e Kristian Sbaragli (Dimension Data). Nairo Quintana (Movistar) resta in maglia rossa.

Sono 174 corridori a partire da Los Corrales de Buelna per questa nuova fatica della corsa iberica. Si arriva per la 65^ volta nel capoluogo dei Paesi Baschi e lo si fa dopo aver scalato Puerto de Las Alisas (1^ cat, 10km al 6%), Alto La Escrita (3^ cat, 6.4km al 4.5%) e due volte l’Alto el Vivero (2^ cat, 4.2km all’8.5%).

Ad animare la prima parte di frazione sono 14 atleti, andati in avanscoperta dopo 20 km: Philippe Gilbert e Danilo Wyss (BMC), Victor Campenaerts (LottoNL-Jumbo), Tom Stamsnijder (Giant-Alpecin), Sergey Lagutin (Katusha), Gert Dockx and Jelle Wallays (Lotto Soudal), Gianluca Brambilla (Etixx-Quick Step), Pierre Rolland (Cannondale – Drapac), Omar Fraile (Dimension Data), Yukiya Arashiro (Lampre – Merida), Jérôme Cousin (Cofidis), Angel Madrazo (Caja Rural – Seguros RGA) e Romain Sicard (Direct Energie).

Ma la Astana, che in quest’occasione lavora per Luis Leon Sanchez, va a riprendere il drappello al comando e cerca di tenere cucita la corsa. Eppure i tentativi non si esauriscono: a partire, poco dopo, sono David Lopez e Peter Kennaugh (Sky), Kenny Elissonde (FDJ), Gianluca Brambilla (Etixx – QuickStep), Louis Meintjes (Lampre-Merida), Romain Hardy (Cofidis) e Darwin Atapuma (BMC), presto rialzatosi a causa di una caduta in discesa.

La gara vive così una lunga fase di stallo in cui il gruppo tiene a bagnomaria gli attaccanti: questi rimangono in testa fino ai piedi del secondo passaggio sull’Alto el Vivero, dove parte in contropiede Dries Devenyns (IAM Cycling). È una grande azione quella del belga, che guadagna 30″ su ciò che resta del gruppo e si arrende a poco più di un chilometro al termine, quando ci si avvia ad uno sprint ristretto.

A trionfare a Bilbao è un suo connazionale, Jens Keukelaire, che ha la meglio sul francese Maxime Bouet (Etixx-Quick Step) e sui due italiani Fabio Felline (Trek-Segafredo) e Kristian Sbaragli (Dimension Data). Tutto invariato in classifica generale: al comando c’è sempre Nairo Quintana con 54″ di vantaggio su Chris Froome (Team Sky). Ottavo Michele Scarponi (Astana), poco fuori dalla top 10 (13°) Davide Formolo (Cannondale-Drapac), apparso pimpante anche oggi.

Ordine d’arrivo 12^ tappa:

1. BEL KEUKELEIRE Jens 56 ORICA BIKEEXCHANGE 04h 31′ 43”
2. FRA BOUET Maxime 132 ETIXX – QUICK STEP 04h 31′ 43” + 00′ 00”
3. ITA FELLINE Fabio 96 TREK – SEGAFREDO 04h 31′ 43” + 00′ 00”
4. ITA SBARAGLI Kristan 158 DIMENSION DATA 04h 31′ 43” + 00′ 00”
5. ESP SANCHEZ GIL Luis-Leon 66 ASTANA PRO TEAM 04h 31′ 43” + 00′ 00”
6. ESP BILBAO Pello 202 CAJA RURAL – SEGUROS RGA 04h 31′ 43” + 00′ 00”
7. BEL BAKELANTS Jan 103 AG2R LA MONDIALE 04h 31′ 43” + 00′ 00”
8. ESP VALVERDE Alejandro 1 MOVISTAR TEAM 04h 31′ 43” + 00′ 00”
9. SUI DILLIER Silvan 33 BMC RACING TEAM 04h 31′ 43” + 00′ 00”
10. SUI FRANK Mathias 161 IAM CYCLING 04h 31′ 43” + 00′ 00”

Classifica generale:

1. COL QUINTANA Nairo 7 MOVISTAR TEAM 46h 53′ 31”
2. GBR FROOME Christopher 21 TEAM SKY 46h 54′ 25” + 00′ 54”
3. ESP VALVERDE Alejandro 1 MOVISTAR TEAM 46h 54′ 36” + 01′ 05”
4. COL CHAVES Johan Esteban 51 ORICA BIKEEXCHANGE 46h 56′ 05” + 02′ 34”
5. ESP CONTADOR Alberto 11 TINKOFF 46h 56′ 39” + 03′ 08”
6. CZE KONIG Leopold 26 TEAM SKY 46h 56′ 40” + 03′ 09”
7. GBR YATES Simon 59 ORICA BIKEEXCHANGE 46h 56′ 56” + 03′ 25”
8. ITA SCARPONI Michele 61 ASTANA PRO TEAM 46h 57′ 05” + 03′ 34”
9. ESP DE LA CRUZ David 133 ETIXX – QUICK STEP 46h 57′ 16” + 03′ 45”
10. ESP SANCHEZ GONZALEZ Samuel 37 BMC RACING TEAM 46h 57′ 27” + 03′ 56”


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*