ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Tennis > Tennis, US Open 2016, 3° turno/M: agli ottavi Djokovic, Nadal, Tsonga e Monfils. Crolla Cilic, brilla Edmund!
Tennis, US Open 2016, 3° turno/M: agli ottavi Djokovic, Nadal, Tsonga e Monfils. Crolla Cilic, brilla Edmund!

Tennis, US Open 2016, 3° turno/M: agli ottavi Djokovic, Nadal, Tsonga e Monfils. Crolla Cilic, brilla Edmund!

5a giornata degli Us Open 2016, cemento di Flushing Meadows, New York, tabellone maschile: inizia il 3° turno, le teste di serie si scontrano e arrivano risultati e indicazioni interessanti.

Partiamo dalle top ten: il n°1 del mondo e testa di serie n°1 del torneo, Novak Djokovic, gioca soltanto 35 minuti contro Youzhny (n°61 del ranking, veterano del circuito [classe ‘82]), costretto al ritiro per un problema muscolare sul 4-2 per il serbo nel 1° set.

Passiamo al n°4 del torneo, il maiorchino Rafa Nadal, che prosegue la sua inarrestabile marcia (0 set lasciati ai suoi avversari finora) abbattendo anche il russo Andrey Kuznetsov (n°47 del mondo) in 2 ore e 2 minuti di gioco (3-0 risultato finale, 6-1, 6-4, 6-2). Un Nadal così fa paura.

Lotta decisamente di più, ricorrendo anche a un tie-break, Jo-Wilfried Tsonga, n°9 del seeding, che comunque in 2 ore e 45 minuti riesce a chiudere 3 set a 0 con Anderson, n°23 del torneo: 6-3, 6-4, 7-6 il punteggio.

Continua a impressionare, per chiudere il capitolo “note positive dai Big”, l’altro francese, Gael Monfils, n°10 del tabellone: il suo percorso netto (cioè senza perdere neppure un set) prosegue con il 3-0 rifilato ad Almagro (n°48 del ranking), demolito 6-4, 6-2, 6-4 in 1 ora e 52 minuti.

Crolla, invece, senza mai riuscire a strappare il servizio al suo avversario, Marin Cilic, n°7 del mondo: Jack Sock, infatti, tennista del Nebraska n°23 del torneo, lo doma 3-0 senza grosse difficoltà (6-4, 6-3, 6-3 in 105 minuti).

Pillole degli altri match: vincono Pouille, player francese n°24 del tabellone, che ha la meglio sullo spagnolo Bautista, n°15 del torneo, piegato 3 set a 2 (3-6, 7-5, 2-6, 7-5, 6-1 in 3 ore e 27 di gioco), ed Edmund, nuovo asso (classe ‘95) del tennis inglese di cui vi abbiamo parlato nei giorni scorsi, che fa fuori anche il “gigante” americano Isner, n°20 del main draw, superato 1-3 in 2 ore e 46 minuti (4-6, 6-3, 2-6, 6-7).

Avanti, infine, anche una vecchia volpe del circuito come Marcos Baghdatis, mina vagante del torneo, ex n°12 del mondo e ora n°44 del ranking, tornato su ottimi livelli di gioco: 3-1 con l’altro americano Harrison (6-3, 7-6, 1-6, 6-1 in quasi 3 ore di match) e ottavi di finale conquistati per un giocatore che può diventare lo spauracchio per chiunque.


About Francesco Santoro

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*