ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Liga, 3ª giornata: Barcellona, che tonfo! Il Real se ne scappa; bentornato Atletico!
Liga, 3ª giornata: Barcellona, che tonfo! Il Real se ne scappa; bentornato Atletico!
Barcellona-Alaves Liga, foto Reuters.jpg

Liga, 3ª giornata: Barcellona, che tonfo! Il Real se ne scappa; bentornato Atletico!

La 3ª giornata di Liga regala spunti di riflessione. In primis l’incredibile k.o. casalingo del Barça con l’Alaves; poi terza vittoria del Real e ritorno dell’Atletico.

Cominciamo proprio dai catalani, che al Camp Nou finiscono impallinati addirittura dal neo-promosso Alaves, che nella sua prima stagione di rientro nella Liga scrive una pagina di storia del calcio spagnolo. La squadra di Vitoria fredda la corazzata blaugrana con un gol per tempo, di Deyverson e Ibai Gomez; inutile il momentaneo pari di Mathieu.

Sia chiaro, l’MSN dei bei tempi è ancor ben lontana da venire e resta a mezzo servizio per via degli oltre quattro mesi di lontananza da Barcellona causa vacanze più Nazionali, ma il divario tecnico fra i culé e il Glorioso era troppo ampio sulla carta per potersi aspettare un tracollo del genere.

A complicarsi la vita poi c’ha pensato lo stesso Luis Enrique, tenendo in panchina per un’ora di gioco Iniesta, Messi e Suarez e mandando in campo il solo Neymar, tornato spompato dalla settimana di qualificazioni Mondiali col suo Brasile: ha peccato di prudenza – o di arroganza – Lucho; preservare i big prima del primo tour de force stagionale, con Celtic (Champions), Leganes e Atletico Madrid in 10 giorni, non ha pagato.

Anche perché in vetta c’è già chi corre, e ha i connotati e il nome più odiato dalle parti della Catalogna: il Real Madrid. La Casa Blanca si è sbarazzata 5-2 dell’Osasuna, nel giorno del rientro in campo di Cristiano Ronaldo. Due mesi dopo l’infortunio costatogli la finale di Euro 2016 CR7 c’ha messo 6’ per fare quello sa fare meglio: segnare, aprendo la strada alla manita madridista.

In gol nel primo tempo pure Danilo e Sergio Ramos; nella ripresa Pepe e Modric. Solo nel finale Oriol Riera e David Garcia (in mezzo a un rigore sbagliato da Roberto Torres) hanno ridato orgoglio alla squadra ai Los Rojillos. Zidane nel frattempo si gode la sua creatura: con una panchina ieri lunghissima – Carvajal,Varane, Lucas Vazquez e Asensio – ha rimandato in campo Benzema nel secondo tempo in prospettiva Champions.

Non solo però: Zizou eguaglia la striscia record di vittorie consecutive del club, 15 (pur se a cavallo di due stagioni) e se ne va solo soletto a punteggio pieno in testa alla Liga, visto che non solo il Barcellona, ma anche il sorprendente Las Palmas ha perso, pur se in modo rocambolesco.

Rocambolesco perché, a due minuti dal 90’, la squadra canaria di Quique Setién vinceva 0-1 per il gol di Tena al 16’. Sembrava fatta, e invece Jorge Sampaoli ha riaggiustato un primo tempo da incubo dei suoi con una rimonta sontuosa, orchestrata da Vazquez in grande spolvero e decisa tutta dai subentrati Vitolo, Sanabria e Carlos Fernandez. Dapprima, all’88’, l’ex romanista ha siglato un rigore; poi al 93’ ha servito allo stesso Fernandez il gol che ha fatto impazzire il Sanchez Pizjuan. Mercoledì per il Siviglia c’è il debutto in Champions: Juve, fa’ attenzione.

Infine da segnalare il roboante ritorno di fiamma dell’Atletico, che dopo i balbettii delle prime due giornate ha fatto fuori il Celta Vigo con un bel poker: 0-4 e debutto amaro di Pepito Rossi con la maglia dei galiziani. Era mancato il suo apporto, nei primi 180’, ma ora Le Petit Diable s’è sciolto: Antoine Griezmann ha preso per mano i colchoneros, dando a Koke l’assist per vantaggio e marcando poi la doppietta che ha spianato la strada; di Correa il gol che ha sancito il risultato finale.

La Liga in questa giornata ha parlato italiano: nello 0-2 del Villarreal a Malaga prima gioia spagnola per l’ex Sassuolo Nicola Sansone. Nell’altro match giocato Sporting Gijon-Leganés 2-0 (Nacho Cases e Duje Cop su rigore).


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*