ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Premier League > Premier League, 4a giornata/3: Arsenal allo scadere, Liverpool le “suona” al Leicester. Mazzarri corsaro a Londra. Ok Bournemouth e Crystal Palace
Premier League, 4a giornata/3: Arsenal allo scadere, Liverpool le “suona” al Leicester. Mazzarri corsaro a Londra. Ok Bournemouth e Crystal Palace

Premier League, 4a giornata/3: Arsenal allo scadere, Liverpool le “suona” al Leicester. Mazzarri corsaro a Londra. Ok Bournemouth e Crystal Palace

3a e ultima parte della nostra Premier League review sui match della 4a giornata della massima serie di calcio in Inghilterra.

Arsenal – Southampton 2-1: all’Emirates Stadium i Gunners vanno presto sotto (al 18° sfortunatissimo autogol di Cech [punizione di Tadic-palla sulla traversa-schiena-rete]), poi pareggiano con un eurogol (semi-rovesciata-girata) di Koscielny e infine portano a casa i 3 punti con il rigore (il 2° consecutivo) trasformato da Santi Cazorla. Biancorossi, comunque, da rivedere. L’Arsenal 7a a 7 punti (2 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta), mentre i Saints sono terzultimi con soli 2 punti raccolti in 4 partite (2 pareggi): urge un cambio di rotta per il team di Puel.

Liverpool – Leicester 4-1: i Reds, allenati da Klopp, fanno ridiventare “piccolo” il Leicester di Ranieri, che subisce una pesante scoppola ad Anfield. Al 31° del primo tempo siamo già 2-0 (al 13° Firmino con un movimento si beve la difesa avversaria, al 31° Mane [2a rete in campionato] la mette dentro su assist di tacco di Sturridge) e il dominio è pressoché totale: ci pensa Vardy(2° gol stagionale)  a illudere gli ospiti al 38° (svarione di Lucas Leiva), e si va al riposo sul 2-1 per i padroni di casa. Il copione, purtroppo per le Volpi, non cambia nel secondo tempo: Lallana al 56° (2a rete in campionato anche per lui, destro imprendibile all’incrocio), infatti, e ancora Firmino all’89° (a porta vuota su assist di Mane), chiudono il poker.

Il Liverpool sale al 6° posto in classifica a 7 punti (2 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta), mentre il Leicester resta ferma a quota 4 al 16° posto della graduatoria.

West Ham – Watford 2-4: folle match all’Olympic Stadium di Londra, dove il West Ham dopo 33 minuti comanda la partita per 2-0 grazie alla doppietta (di testa, il 2° gol su assist MERAVIGLIOSO di rabona di Payet [autore anche del primo assit ndr]) del solito Antonio (in testa alla classifica marcatori con 4 gol, come Ibrahimovic e Diego Costa). In 12 minuti, però, i gialloneri di Mazzarri colmano il gap e chiudono il primo tempo 2-2 per merito della coppia d’attacco (e grandi amici) Ighalo-Deeney (bellissime entrambe le reti). La seconda frazione, poi, è esclusiva Hornets: arrivano, infatti, due gol (Capoue al 53° [3° gol in campionato] e Holebas al 63°) e un altro paio di ghiotte occasioni per dilagare.

Continua, dunque, il brutto inizio di stagione per gli Hammers, 17esimi a 3 punti (1 vittoria e 3 sconfitte), mentre il Watford riesce finalmente a ottenere il primo successo in campionato (10° a 4 punti).

Bournemouth – West Brom 1-0: in un incontro dominato dai padroni di casa (4 chiare occasioni da rete per i Cherries, 1 sola per i Baggies) la perla arriva al 79° da Callum Wilson, attaccante inglese classe ‘92 che di tacco regala i 3 punti ai rossoneri del Dorset. Per il Bournemouth, 15° a 4 punti, è la prima gioia della stagione: per il WBA, invece, fermo a quota 4 al 12° posto, la vittoria invece manca dalla 1a giornata.

Burnley – Hull 1-1: le Tigri (l’Hull City) confermano di essere squadra “dura a morire” (fin qui solo una sconfitta, 0-1 in casa con lo United quasi allo scadere) anche al Turf Moor di Burnley, stadio nel quale la squadra di Phelan va sotto (1-0 di Defour dalla distanza al 72°), ma riesce a trovare un punto ormai insperato al 95°, grazie alle doti balistiche del n°10 scozzese Snodgrass (2° centro in campionato, punizione perfetta). Hull 8° a quota 7, Burnley 14° a quota 7: va bene così.

Middlesbrough – Crystal Palace 1-2: chiudiamo il nostro racconto con il match del Riverside Stadium di Middlesbrough, impianto in cui le Aquile vanno a segno dopo 16 minuti (primo gol stagionale di Benteke, acquistato in estate dal Liverpool), subiscono il ritorno del Boro al 38° (1-1 di Ayala con un gran colpo di testa) e ripassano in vantaggio in maniera definitiva all’inizio del secondo tempo (al 47° Zaha fa 1-2). Il Middlesbrough ci prova con Downing e Ramirez, ma il risultato non cambia. Prima sconfitta per il Boro, 9° a 5 punti, e prima vittoria in campionato per il Crystal Palace, 11° a quota 4.

Classifica: Manchester City 12

Chelsea, Everton 10

Manchester Utd 9

Tottenham 8

Liverpool, Arsenal, Hull 7

Middlesbrough 5

Watford, Crystal Palace, Wet Brom, Swansea,Burnley,Bournemouth,Leicester 4

West Ham 3

Southampton 2

Sunderland, Stoke 1


About Francesco Santoro

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*