ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Champions: Barça e Bayern col pallottoliere; Psg sciupone e beffato, Atletico ok
Champions: Barça e Bayern col pallottoliere; Psg sciupone e beffato, Atletico ok
Messi-Neymar Barcellona-Celtic Champions, foto Reuters

Champions: Barça e Bayern col pallottoliere; Psg sciupone e beffato, Atletico ok

Bentornata Champions League: nella prima serata si contano già 22 fatti e tante prodezze da annali del calcio.

GRUPPO A

PSG-ARSENAL 1-1. Il Paris Saint Germain si riscopre come la scorsa stagione: bello da vedere, capace di tessere gioco alla grande e creare tanto ma poi incapace di affondare il colpo al momento giusto. Les Parisiens vanno in vantaggio praticamente subito, dopo 45”, col tocco di testa di Edinson Cavani su cross di Aurier.

Il Matador però spreca l’inverosimile col Psg che si specchia troppo in sé stesso e che riesce per sue colpe a far resuscitare l’Arsenal, fino ad allora autentico pugile suonato. I Gunners non si vedono praticamente mai dalle parti di Trapp ma poi al 32’ del secondo tempo, al primo tiro in porta, riescono a trovare un pari che sa di miracoloso. Lo segna Alexis Sanchez, correggendo in rete un precedente tiro di Areola. Wenger ringrazia: gli inglesi sono salvi. Unai Emery, nel prossimo turno, non avrà neppure il mago Verratti per squalifica (doppia espulsione stasera): ed è un’assenza che rischia già di pesare.

BASILEA-LUDOGORETS 1-1

Un gol per tempo e un punto per rompere il ghiaccio: al St. Jakob-Park Basilea e Ludogorets si dividono la posta. In vantaggio per primi vanno i bulgari proprio all’ultimo sussulto di primo tempo con Jonathan Cafu; nella ripresa arriva il meritato pareggio degli svizzeri, firmato da Steffen.

CLASSIFICA: Arsenal 1, Basilea 1, Ludogorets 1, Psg

 

GRUPPO B

DINAMO KIEV-NAPOLI 1-2

BENFICA-BESIKTAS 1-1

Quando gli ex ti puniscono: il Benfica di stasera ne sa qualcosa, perché assaggia il frutto amaro portato da uno che l’anno scorso indossava la maglia delle Aquile di Lisbona. Al 93’ suonato, in pieno recupero, il grande ex Talisca, proprio in prestito dal Benfica, trova il piazzato che permette al Besiktas di pareggiare il vantaggio portoghese firmato da Cervi dopo 12’.

CLASSIFICA: Napoli 3, Benfica e Besiktas 1, Dinamo Kiev 0

 

GRUPPO C

Barcellona-Celtic 7-0 – 3′, 27′ Messi; 5′ s.t. Neymar, 14′ s.t. Iniesta, 15′ s.t.

Messi, 30′ e 43 s.t. Suarez

Camp Nou, è sempre lì la festa: il Barcellona demolisce, asfalta, annulla il Celtic con uno spettacolo che sembra uscito più da una Play Station che dalla realtà. Finisce, udite udite (ma non è una novità, quando si parla dei blaugrana) 7-0! Messi fa tripletta, Suarez un bis e fanno festa pure Neymar e Iniesta, con il brasiliano che alla fine della serata può dire tranquillamente di aver sfoggiato qualcosa come 4 assist.

Il Celtic ci mette pure del suo: dopo il vantaggio della Pulce argentina dopo 180”, Dembelè si fa parare un rigore da Ter Stegen. A quel punto i blaugrana dilagano con alcuni gol bellissimi – magistrale il 2-0 di Messi dopo doppio triangolo con Neymar.

Manchester City-Borussia M. – Rinviata a domani* causa avverse condizioni meteo.

CLASSIFICA: Barcellona 3, Celtic 0, Borussia M.* 0, Man. City* 0

 

GRUPPO D

BAYERN MONACO-ROSTOV 5-0

Il debutto europeo di Carlo Ancelotti sulla panchina del Bayern è un bagno di gol: i bavaresi ci mettono un po’ a rodare, ma poi passeggiano tranquilli sopra i russi del Rostov. Finisce 5-0.

Nel primo tempo vanno in gol Lewandowski su rigore e Muller; nella ripresa Kimmich firma i primi due gol in carriera in Europa (fanno tre con quello in Bundes di sabato) e nel finale trova la marcatura pure Bernat. Bayern: il solito panzer.

PSV-ATLETICO MADRID 0-1

Nel remake dell’ottavo di finale degli ultimi due anni la banda-Simeone porta a casa una vittoria preziosissima sul campo del Psv. Gli olandesi passano pure in vantaggio con De Jong, ma il gol è annullato; sbagliano pure un rigore con Guardado e si arrendono al gol siglato da Saul al 43’. Andale Colchoneros

Psv-Atletico Madrid 0-1 – 43′ Saul

La banda Simeone porta a casa una vittoria sofferta ma molto importante. Perché il Psv non ci sta a fare da sparring partner, anzi va in vantaggio con De Jong (ma il gol sarà poi annullato). Saul firma la rete decisiva per gli spagnoli, mentre gli olandesi sbagliano pure un rigore (molto dubbio) con il messicano Guardado.

CLASSIFICA: Bayern Monaco 3, Atletico Madrid 3, Psv e Rostov 0


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*