ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia 2017, è ufficiale: Grande Partenza dalla Sardegna. Ecco le tappe
Giro d’Italia 2017, è ufficiale: Grande Partenza dalla Sardegna. Ecco le tappe

Giro d’Italia 2017, è ufficiale: Grande Partenza dalla Sardegna. Ecco le tappe

RCS Sport ha svelato le sue carte: il Giro d’Italia 2017 partirà dalla Sardegna. Vengono così confermate le indiscrezioni circolate nelle ultime settimane che volevano il ritorno della Corsa Rosa sull’isola a dieci anni di distanza dall’ultima volta.

Un’edizione particolare, quella che vivremo dal 5 al 28 maggio: sarà la numero 100, che lambirà le maggiori località italiane con il nobile intento di promuovere sport e cultura, binomio che da sempre contraddistingue il Bel Paese. E si comincerà dalla Sardegna, che ha ospitato la prestigiosa kermesse per tre volte in passato.

La prima fu nel 1961, quando Oreste Magni vinse la Cagliari-Cagliari; la seconda nel 1991, quando le tre tappe isolane videro le firme di Philippe Casado, Gianni Bugno e Mario Cipollini; la terza nel 2007, con la cronosquadre Caprera–La Maddalena vinta dalla Liquigas (Enrico Gasparotto prima maglia rosa) e le frazioni in linea Tempio Pausania–Bosa (vittoria di Robbie McEwen) e Barumini–Cagliari (affermazione di Robert Forster).

“Non potevamo non tenere conto di un disegno che abbracciasse tutta l’Italia – dichiara il Direttore Mauro Vegni – La Sardegna non potevano mancare in quest’edizione: l’intero percorso che andremo a scoprire racconta molto della storia di questi 100 anni e di questo Paese. La Corsa più bella del Mondo nel Paese più bello del Mondo non è solo una definizione, ma la realtà dei fatti”.

Fabio Aru, testimonial della cerimonia di presentazione, afferma che la partenza dalla sua terra costituirà un grande “motivo d’orgoglio” e si augura che “sull’onda di questo importante avvenimento […] possa nascere in Sardegna un vero movimento ciclistico in grado di organizzare molte corse in tutte le categorie e di far crescere i giovani”.

Prima tappa, venerdì 5 maggio: Alghero-Olbia (203 km). Frazione in linea che attraverserà Sassari e si concluderà in Costa Smeralda: tanta pianura, ma il vento lungo la costa, la salita di San Pantaleo a 20 km all’arrivo e diversi dentelli nel finale renderanno non facile la vita ai velocisti.

Seconda tappa, sabato 6 maggio: Olbia-Tortolì (208 km). Si passerà per Nuoro e si attraverseranno strade molto tortuose: gli ultimi 40 km saranno facili, ma i continui strappi (da quello verso Orune all’ultimo a Genna Silvana) affrontati in precedenza potrebbero tagliare fuori le gambe dei velocisti ancor più del giorno precedente.

Terza tappa, domenica 7 maggio: Tortolì-Cagliari (148 km). È la più semplice delle tre frazioni sarde, con gli uomini jet che stavolta dovrebbero facilmente avere la meglio. Arrivo nel capoluogo di regione, candidato ad essere città europea dello sport nel prossimo anno.

In basso le altimetrie delle tre giornate. Il percorso completo della prossima edizione verrà presentato a Milano martedì 25 ottobre, a conclusione dell’intera stagione agonistica.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*