ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, anticipi 4ª giornata: Bari, era ora! Pari Carpi-Frosinone; urlo Vicenza a Salerno
Serie B, anticipi 4ª giornata: Bari, era ora! Pari Carpi-Frosinone; urlo Vicenza a Salerno
Maniero Bari-Cesena Serie B, foto LaPresse

Serie B, anticipi 4ª giornata: Bari, era ora! Pari Carpi-Frosinone; urlo Vicenza a Salerno

Advertisement

Ben tre gli anticipi della 4ª giornata di Serie B: 2-1 del Bari sul Cesena (doppietta del solito Maniero); 0-0 noioso in Carpi-Frosinone; scoppiettante 3-2 del Vicenza.

BARI-CESENA 2-1. Cinque mesi dopo il Bari rompe finalmente il tabù San Nicola. Ci riesce piegando 2-1 il Cesena di Massimo Drago. Migliore in campo, manco a dirlo, Riccardo Maniero: match winner con la doppietta che lo porta a quota 4 gol in Serie B.

Primo tempo gradevole con i galletti di Stellone che fanno faville in avanti con De Luca e Maniero ma senza trovare il gol. Dopo un’occasione ospite per Perticone il Bari passa: cross di Cassani, Maniero brucia Capelli e inzucca beffando imparabilmente Agazzi. È 1-0 con una curiosità: è il primo gol su azione dei pugliesi in questo campionato. Il bomber ci riprova poco prima dell’intervallo ma finisce il raddoppio.

Nella ripresa poco dopo il minuto missile di Fedele che si stampa sulla traversa; poi Drago si gioca la carta Garritano e il Cesena riesce a guadagnare un po’ di campo. Dopo un tiro pericoloso di Di Cesare, i romagnoli pervengono al pareggio col loro primo tiro in porta: Di Roberto trova una parabola deliziosa su punizione e fa 1-1.

Per il Bari la beffa sembra concretizzarsi ma per sua fortuna Ligi strattona Maniero in area: rigore e trasformazione impeccabile dell’attaccante ex Pescara e Catania che con una gran botta fa 2-1. Stellone torna a sorridere.

CARPI-FROSINONE 0-0. Le due ex matricole della scorsa Serie A si dividono tutto: gol fatti (zero), azioni pericolose (1 a testa) e soprattutto punti, uno per ciascuna. A condizionare la gara però un campo reso impossibile dalla pioggia: col Braglia trasformato in un pantano è rimasto difficile a due delle favorite del campionato far bene.

Le azioni più clamorose del match portano la firma di Di Gaudio in avvio, con la deviazione di Bardi e la traversa che risultano decisive, e di Dionisi liberato da Matteo Ciofani nella ripresa. Per Castori due brutte notizie: infortuni seri per Poli (colpo alla testa, portato in ospedale) e Letizia, alla caviglia.

SALERNITANA-VICENZA 2-3. Pazza partita all’Arechi: alla fine se l’aggiudica il Vicenza, che condanna la Salernitana al secondo k.o. di fila (fischi dagli spalti per i granata) e soprattutto conquista la prima vittoria stagionale.

Squadra veneta molto più pimpante, con Signori che in venti minuti fa doppietta legittimando la supremazia di territorio e occasioni mostrata dai biancorossi ospiti. La Salernitana a quel punto si scuote e dopo due occasioni per Donnarumma e Coda al 33’ accorcia le distanze con Della Rocca (primo gol con la maglia dei cavallucci del Sud).

Il pareggio arriva in apertura di ripresa con una bella punizione di Rosina al 9’. Il Vicenza sembra barcollare ma la Salernitana nel tentativo di ribaltare il risultato gli presta il fianco e capitola di nuovo. Di Piazza indovina il tiro giusto sull’ennesima disattenzione della difesa di Sannino. È il 2-3 con cui i biancorossi di Lerda fanno festa.

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*