ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro della Toscana 2016, Visconti gioisce nella sua terra
Giro della Toscana 2016, Visconti gioisce nella sua terra
Giovanni Visconti. Foto Sirotti

Giro della Toscana 2016, Visconti gioisce nella sua terra

È gioia per Giovanni Visconti nella 1^ tappa del Giro della Toscana 2016: a Montecatini Terme il siciliano della Movistar, cresciuto ciclisticamente in questa terra, piazza una stoccata nel finale e riesce a resistere alla rimonta del gruppo centrando il bersaglio grosso. Piazzati Daniele Bennati (Italia) e Sonny Colbrelli (Bardiani-Csf).

C’è tanto entusiasmo dalla partenza di Arezzo per la corsa che torna sotto nuove vesti dopo due anni di assenza. Sono 174 i km previsti per la prima delle due frazioni e poco prima delle 12 si parte. Androni e Nippo inizialmente a tenere cucita la corsa, ma sei corridori riescono ad avvantaggiarsi: si tratta del belga Jens Wallays (Topsport Vlaanderen-Baloise), del kazako Nurbolat Kulimbetov (Astana), dello spagnolo Miguel Angel Benito (Caja Rural-RGA), dello svizzero Valentin Baillifard (Team Roth), del francese Florian Vachon (Fortuneo-Vital Concept) e dell’italiano Gianfranco Zilioli (Nippo-Vini Fantini).

Dopo la prima ora, affrontata ai 44.4 km/h, il vantaggio dei fuggitivi è superiore ai quattro minuti. A Sesto Fiorentino il doveroso omaggio ad Alfredo Martini, a cui è dedicata questa due giorni, mentre a Casalguidi c’è il ricordo di Franco Ballerini, colui che ha reso grande il movimento azzurro nel nuovo millennio da ct della nazionale.

Gruppo compatto a 30 km alla conclusione ma, quando comincia il tratto in salita di Monte Rocchina, che precede Monsummano Terme, c’è l’attacco di Fabio Aru (Astana), sul quale si riportano prima il suo compagno Diego Rosa e Javier Moreno (Movistar), poi Daniele Bennati (Italia), Mirko Selvaggi ed Egan Bernal (Androni-Sidermec), Giovanni Visconti (Movistar), Jonathan Hivert (Fortuneo-Vital) e Sonny Colbrelli (Bardiani Csf). Invano il tentativo di rientro di Andrea Fedi (Wilier-Southeast).

Si entra così nell’abitato di Montecatini, dove i corridori passano per la prima volta sulla linea del traguardo: 50″ il gap per il drappello al comando. Sembra poter essere l’azione decisiva, ma davanti manca l’intesa, mentre da dietro il ritmo della Dimension Data si fa intenso. E così è ancora Fabio Aru a rompere le righe e prova non uno, ma due attacchi, scollinando per primo sull’ultimo strappetto posto a Vico. A riagganciarsi prima Visconti, poi Colbrelli e Bennati.

Giovanni Visconti ci prova ai meno due dall’arrivo e cerca resistere alla rimonta del gruppo ormai alle calcagne degli altri ex attaccanti. E il siciliano trapiantato in Toscana va: è primo sul traguardo di Montecatini, anticipando di una manciata di metri Daniele Bennati e Sonny Colbrelli, rispettivamente secondo e terzo. È la seconda vittoria in stagione per l’atleta della Movistar, già a segno nella Klasica Primavera in Spagna. “La prima vera vittoria dopo tanto tempo – afferma raggiante dopo aver vinto – Un successo che può aiutarmi a finire l’anno bene per ricominciare il nuovo [con il Bahrain-Merida] al meglio”.

Quarto posto per Fabio Aru, che ha animato la tappa con numerosi attacchi nei tratti in salita. Settimo Mark Cavendish (Dimension Data), punto di riferimento della volata nel caso essa fosse stata decisiva per la vittoria.

2^ tappa: Montecatini Terme – Pontedera (185.3 km). Clicca qui per tutte le info e i profili tecnici.

Ordine d’arrivo:

1. Giovanni Visconti ITA (Movistar)
2. Sonny Colbrelli ITA (Bardiani – CSF)
3. Daniele Bennati ITA (Italia)
4. Fabio Aru ITA (Astana)
5. Sam Bennett NZL (Bora – Argon 18)
6. Fabio Sabatini ITA (Italia)
7. Mark Cavendish GBR (Dimension Data)
8. Jean Luc Perichon FRA (Fortuneo-Vital Concept)
9. Nicola Boem ITA (Bardiani-CSF)
10. Filippo Pozzato ITA (Wilier-Southeast)


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*