ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, 5ª giornata: Napoli al palo; Juve, Inter e Roma alla grande; Chievo terzo!
Serie A, 5ª giornata: Napoli al palo; Juve, Inter e Roma alla grande; Chievo terzo!
Juventus-Cagliari Serie A, foto Ansa

Serie A, 5ª giornata: Napoli al palo; Juve, Inter e Roma alla grande; Chievo terzo!

Scossone alla classifica di Serie A con la 5ª giornata: Napoli frenato 0-0 a Genova; goleade di Juve e Roma, ok anche i nerazzurri. Punti pesanti di Chievo e Bologna.

GENOA-NAPOLI 0-0. La capolista della Serie A cambia nome. Di sicuro non lo è più il Napoli di Sarri dopo il pareggio a reti bianche di Marassi contro il Genoa. Strano, per una partita che ha vissuto di pochissime interruzioni e di ritmi altissimi da ambo le parti, con Perin e Reina migliori in campo assoluti, una traversa di Hamsik e una clamorosa occasione sciupata da Insigne. Juric può sorridere per i suoi; Sarri abdica per una giornata.

JUVENTUS-CAGLIARI 4-0. In cima alla classifica dunque c’è di nuovo la Juventus di Allegri, che si sbarazza del Cagliari con un netto 4-0 e dimentica in un sol colpo il k.o. contro l’Inter. A segno 2/4 dell’ultimo mercato – Higuain e Dani Alves, con l’argentino che propizia pure il vantaggio di Rugani e il brasiliano migliore in campo col collega incursore nonché connazionale Alex Sandro. Il 4-0 è un’autorete di Ceppitelli dopo tocco di Lemina. Allegri si rimette comodo.

ROMA-CROTONE 4-0. L’altro poker della serata lo firma la Roma di Spalletti che all’Olimpico sommerge la matricola. In gol El Shaarawy, Salah e due volte Dzeko (seconda doppietta in giallorosso per il bosniaco). Brilla ancora una volta, ma non potrebbe essere altrimenti, la stella di Francesco Totti, titolare 367 giorni dopo l’ultima volta: ¾ dei gol romanisti lo vedono gregario, con il primo firmato da Dzeko attivato da un lancio prodigioso dell’ormai 40enne bandiera della Roma.

EMPOLI-INTER 0-2. È l’Inter o l’Icardia? Perché MI9 è sempre più uomo squadra: Maurito Icardi in meno di dieci minuti stende solo l’Empoli al Castellani, arriva a quota 6 in testa alla classifica marcatori e regala a De Boer la prima mini-striscia positiva. Assist serviti da Candreva e Joao Mario: punte pregiate del mercato dei nerazzurri, che ora sono terzi e possono dare un senso alla loro stagione.

CHIEVO-SASSUOLO 2-1. Con Inter e Roma potrebbe esserci il Sassuolo e invece… c’è il Chievo. La squadra gialloblù di Maran è la grande sorpresa di questo scorcio di Serie A dopo aver battuto pure i lanciati neroverdi di Di Francesco (secondo k.o. ufficiale in stagione): vantaggio clivense di Rigoni, pari momentaneo di Defrel, nuovo sorpasso di Castro. Tutto nei primi 45’. Ora i Mussi volanti sono i primi delle provinciali: incredibile a dirsi!

BOLOGNA-SAMPDORIA 2-0. Con Verdi e Destro il Bologna al Dall’Ara va eccome: i rossoblù di Donadoni conquistano la terza vittoria consecutiva in casa e lo fanno al cospetto della Samp di Giampaolo. Decidono una bordata stratosferia dell’ex Toro, Milan e Carpi nel primo tempo e la zampata dell’ex romanista a inizio ripresa. I felsinei si dimostrano squadra tenace e impeccabile se in giornata. Per la Doria terzo k.o. di fila e primi campanelli d’allarme.

UDINESE-FIORENTINA 2-2. Festival del gol e delle prodezze al Friuli di Udine, dove Udinese e Fiorentina danno vita a uno scoppiettante 2-2. Bianconeri di Iachini due volte in vantaggio, prima con Zapata poi con Danilo, e puntualmente ripresi da Babacar prima e da un rigore di Bernardeschi infine. Da sottolineare la destrezza di Rodrigo De Paul, che sta dimostrando di avere i numeri giusti per diventare un grande, e il gol di tacco del Khouma Babacar.

PESCARA-TORINO 0-0. Pescara, che spreco! Il Delfino biancazzurro non vince una partita che poteva tranquillamente portare a casa, visto che il Toro ha chiuso addirittura in 11 contro 9 per le espulsioni di Vives e Acquah; anzi, col Gallo Belotti, Mihajlovic ha rischiato pure il colpaccio. Pari e patta e via.

ATALANTA-PALERMO 0-1. Un solo grido: Nestorovski! Praticamente al 90’ il macedone pupillo di Zamparini sbanca Bergamo, regala la prima gioia sulla panchina rosanero di De Zerbi ma soprattutto dà al Palermo la prima pesantissima vittoria sulla strada della salvezza. Gasp, Atalanta: il tecnico ex Genoa è penultimo in classifica e già in discussione.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*