ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Europa League/1: una manita Viola al Franchi; Inter, altro Euro-disastro!
Europa League/1: una manita Viola al Franchi; Inter, altro Euro-disastro!
Ranocchia Sparta Praga-Inter, Europa League. Foto LaPresse

Europa League/1: una manita Viola al Franchi; Inter, altro Euro-disastro!

Andamento decisamente opposto per le italiane di Europa League impegnate alle 19: Fiorentina a spasso col Qarabag; Inter pen(s)osa e k.o. 3-1 a Praga!

FIORENTINA-QARABAG 5-1. Finalmente tre passando per cinque. Nella serata del debutto al Franchi in Europa League, la Fiorentina dà i numeri giusti e si porta a quota 4 punti in classifica dopo il pari di Salonicco.

Sia chiaro, però: la Viola ha sudato e non poco per sbarazzarsi degli ostici azeri, unica squadra in campo almeno per mezz’ora. Poi al 30’ l’episodio chiave con il fallo di mano e l’espulsione di Yunuszada. Da quel momento in poi per gli uomini di Paulo Sousa si mette drasticamente in discesa.

Babacar apre la serata su comodo tap-in dopo una punizione di Kalinic respinta; la stupenda combinazione Tello-Cristoforo-Kalinic manda in rete il croato che poi non contento prima dell’intervallo serve a Baba il gol del 3-0.

Nella ripresa dopo due colossali occasioni divorate da Kalinic e Vecino Mauro Zarate si prende la scena, facendo doppietta e commuovendosi con la maglia dedicata alla moglie Natalie, guarita da un tumore. Prima della fine gioia anche per il Qarabag con il bel sinistro all’angolo del sudafricano Ndlovu. Per i viola appuntamento a Liberec contro lo Slovan il prossimo 20 ottobre.

SPARTA PRAGA-INTER 3-1. Inter-minabilmente pessima. In Europa League la squadra di De Boer fatica letteralmente a ingranare e manda in fumo i buoni propositi emersi nel trionfo di San Siro contro la Juventus in campionato. A Praga i nerazzurri finiscono impallinati 3-1 dal modesto Sparta, che pure veniva da un momentaccio dopo k.o. pesanti contro Southampton e Slavia, che ha provocato pure il cambio in panchina con l’innesto di Holoubek…

Non è Lercio.it: l’Inter perde davvero i pezzi, mandando in gol Vaclav Kadlec già dopo 7’ su orrori in serie compiuti da Ranocchia, Murillo e Melo. Lo Sparta sembra quasi il Barcellona, i nerazzurri la coppia orrenda ammirata appena due settimane fa contro i campioni d’Italia: al 25’ Kadlec fa addirittura doppietta scappando alle belle statuine in nerazzurro sul filo del fuorigioco e facendo 2-0.

Nella ripresa non va tanto meglio, con la fase offensiva interista che imbarazzante non dà risposte. De Boer spedisce nella mischia uno dopo l’altro Ansaldi (esordio stagionale), Perisic e Icardi, e Maurito la spizzica per Eder che innesca Palacio, freddo nel marcare il 2-1.

Ma le velleità di rimonta della Benamata si eclissano subito dopo: Ranocchia completa la sua serata da capolavoro horror beccandosi il secondo giallo e sulla punizione susseguente Holek da pochi passi fa 3-1. Il nuovo disastro davanti agli occhi di De Boer è di nuovo completo.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*