ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Tennis > Tennis, ATP: si gioca a Pechino e a Tokyo (1° turno/Ottavi) WTA: le donne si sfidano a Pechino (1° turno/Ottavi)
Tennis, ATP: si gioca a Pechino e a Tokyo (1° turno/Ottavi) WTA: le donne si sfidano a Pechino (1° turno/Ottavi)

Tennis, ATP: si gioca a Pechino e a Tokyo (1° turno/Ottavi) WTA: le donne si sfidano a Pechino (1° turno/Ottavi)

Prosegue l’appuntamento con il grande tennis su Mondiali.net: questa settimana vi portiamo alla scoperta dei numeri e dei match dei tornei di Pechino (ATP, WTA) e di Tokyo (ATP).

Atp Beijing (Cin, cemento) – 1° turno / Ottavi di finale

Dopo i primi 4 match “inaugurali”, sul cemento di Pechino scendono in campo tutti gli altri: Nadal (n°4 del mondo e n°2 del torneo) debutta demolendo il nostro malcapitato Lorenzi (doppio 1-6 in 1 ora e 5 minuti), Murray [n°2 del ranking e n°1 del torneo] “soffre” solo nel 2° set con l’altro azzurro Seppi (2-0 in 1 ora e 27 minuti [6-2, 7-5], Sock (n°25 del mondo) chiude 2-0 con il cinese Zhang senza subire break (6-3, 7-5 in 90 minuti), Zverev (n°24) sorprende Thiem (n°10 del ranking e n°4 del tabellone, sconfitto in rimonta 1-2 [6-4, 1-6, 3-6 in 1 ora e 53 minuti]), Fabio Fognini (n°43) “recupera” e supera Troicki (n°32, ko 1-2 [6-2, 2-6, 5-7 in 1 ora e 52 minuti]), Kuznetsov (n°45) liquida Kravchuk (derby russo) in 63 minuti (0-2, parziali di 1-6, 4-6), Raonic (“bombardiere” canadese n°6 del mondo e n°3 del seeding) ha bisogno di un tie-break per avere la meglio su Mayer (n°60, sconfitto 0-2 [4-6, 6-7] in 1 ora e 19 minuti), Carreno-Busta abbatte Tomic (n°22, 2-0 [6-3, 6-1] in 49 minuti), Gasquet (n°8 del torneo) cede un set e poi riesce a chiudere 2-1 con Querrey (2-6, 6-3, 6-2 in 1 ora e 53 minuti), Mannarino (n°64) esce vincitore dalla battaglia con Ramos (n°28, piegato 1-2 [3-6, 6-4, 3-6] in 2 ore e 28 minuti di gioco), Jaziri (n°50) rifila un doppio 4-6 a Pella in 1 ora e 17 minuti, Edmund continua la sua ascesa (il 21enne tennista inglese, n°54 dell’ATP, fa fuori il più quotato Bautista [n°18 del mondo e n°7 del torneo], battuto 2-1 [6-4, 4-6, 6-4]in 2 ore e 13 minuti) e Dimitrov fa sua la lotta punto su punto con Johnson (2-1 per il bulgaro [n°20 del mondo], 7-5, 6-7, 6-4 in 2 ore e 45 minuti).

Ottavi di finale: nel primo incontro del giorno Ferrer (n°5 del tabellone) trova pochi problemi con il nostro Fognini (0-2 per lo spagnolo [3-6,, 4-6] in 1 ora e 21 minuti), così come Zverev (n°24 del torneo), che “mata” facilmente Sock (6-4, 6-2 in 1 ora e 13 minuti). Il programma odierno, infine, si conclude con l’”allenamento” di Murray (n°2 del ranking e testa di serie n°1 del torneo) con il russo Kuznetsov (6-2, 6-1 in 77 minuti).

Atp Tokyo (Jpn, cemento) – 1° turno /Ottavi di finale

Dalla capitale cinese a quella giapponese: nel 1° turno dell’ATP Tokyo, infatti, vincono Goffin (n°5 del tabellone, 0-2 con Nishioka, 5-7, 2-6 in 101 minuti), Stepanek (veloce 0-2 con Robert, 2-6, 1-6 in 64 minuti), Vesely (il 23enne tennista della Repubblica Ceca [n°52] sorprende il più quotato sudafricano Anderson [l’anno scorso n°12, ora n°41, 2016 da dimenticare], sconfitto 2-1 [3-6, 6-0, 6-4 in 2 ore di gioco]), Monaco (doppio tie-break con Fritz, 7-6, 7-6 in 1 ora e 49 minuti), Kyrgios (n°6 del torneo, 2-0 [7-5, 6-2] con Harrison in 1 ora e 18 minuti), Duckworth (il 24enne australiano, proveniente dalle qualificazioni, passa il turno in seguito al ritiro del proprio avversario, Feliciano Lopez [n°8 del seeding], che abbandona il terreno di gioco mentre era sotto 4-2 nel 3° e decisivo set [i due precedenti set erano finiti entrambi al tie-break]), Karlovic (il croato n°7 del torneo la spunta nella “solita” battaglia a colpi di tie-break con Delbonis, piegato 2-1 [7-6, 6-7, 7-6] in 2 ore e 38 minuti, Simon (2-1 con il tedesco Kohlschreiber [7-5, 4-6, 6-0] in 131 minuti), Baghdatis (il cipriota, n°35 del mondo e in risalita, supera 1-2 Granollers-Pujol [1-6, 6-3, 3-6 in 1 ora e 48 minuti], Monfils (sbrigativo 0-2 con il giapponese Sugita per il n°8 del ranking e testa di serie n°2 del torneo, 3-6 1-6 in 61 minuti), Tipsarevic (“comodo” 2-0 con Daniel [6-2, 6-4] in 1 ora e 23 minuti] e Muller (il lussemburghese [n°36] del ranking manda a casa in maniera inattesa Berdych, n°9 del mondo e n°3 del torneo[vincitore a Shenzhen di qualche giorno fa], che crolla nel 2° set [2-0 il risultato finale, 7-6, 6-1 in 1 ora e 38 minuti]).

Ottavi di finale: avanzano Cilic (n°4 del torneo), che fatica ma riesce a imporsi sul sempre-ostico Verdasco (2-1 per il tennista croato [4-6, 7-5, 7-5] in 2 ore e 20 minuti), Sousa (il portoghese n°34 del mondo beneficia del ritiro di Nishikori [testa di serie n°1 del tabellone] sul 4-3 per il giapponese), Goffin (0-2 non semplicissimo [1 ora e 44 minuti] con Vesely [3-6, 5-7]) e Monaco (2-0 con l’austrlaiano Duckworth [7-6, 6-3] in 1 ora e 33 minuti)

Wta Beijing (Cin, cemento) – 1° turno /Ottavi di finale

Le big del tennis mondiale si ritrovano sul cemento di Pechino: senza problemi la Kvitova, che dopo aver vinto il torneo di Wuhan ed essere tornata nelle top 15 del ranking [la ceca è ora la n°11] esordisce con un 2-0 alla cinese Wang (6-4, 6-1 in 69 minuti), un po’ a sorpresa la Cornet (n°58 del mondo), che fa fuori la finalista di Wuhan [con cui tra l’altro aveva perso nel 1° turno], la slovacca Cibulkova (n°8 del ranking), che cede 1-2 (2-6, 7-5, 2-6) dopo 148 minuti di partita, spuntandola al tie-break la Zhang (giocatrice cinese n°36 del mondo, 1-2 con la Riske [3-6, 6-4, 6-7[ in 2 ore e 32 minuti di gioco), giocando realmente solo il 2° set la Kuznetsova (la n°7 del tabellone vince 0-2 con la Doi [1-6, 5-7] dopo 1 ora e 25 minuti di incontro), in super scioltezza la Halep (doppio 2-6 per la rumena n°4 del seeding con la Wickmayer in 60 minuti), sul velluto la Wozniacki (la tennista danese, ex n°1 del mondo e tornata “grande” [ora è la n°22 del ranking], doma con facilità la nostra Roberta Vinci [n°16 delle classifiche], annientata 6-3 6-2 in 1 ora e 15 minuti), sudando freddo la Pliskova (2-1 [3-6, 7-5, 7-6] e un match-point annullato nella battaglia di 150 minuti con la giovanissima [classe ‘97] e promettente russa Kasatkina), come un diesel la Konta (la britannica, n°11 del mondo, parte male con l’ungherese Babos [3-0 nel 1° set], e poi non sbaglia più nulla [0-2 il risultato finale, 5-7, 2-6 in 1 ora e 27]), in rimonta la Gavrilova (l’australiana n°49 del mondo perde il 1° set con la svizzera Bacsinszky [n°12 del torneo], poi si rimette in careggiata e chiude 1-2 [6-4, 0-6, 4-6] in 2 ore e 23 minuti), in relativa “tranquillità” la Svitolina (doppio 4-6 per la n°16 del tabellone con la tedesca Lisicki), dando fondo a tutte le energie la Garcia (la francese n°25 del ranking prevale 2-1 [6-3, 3-6, 7-6] con la Peng [cinese n°223 del mondo] dopo 2 ore e 28 minuti di match), non concedendo neppure un set la Kerber (2-0 [6-3, 7-6] per la n°1 del mondo con la Strycova).

Ottavi di finale: nei primi 2 match in programma passano il turno la Keys (21enne giocatrice americana n°5 del mondo), che valica l’ostacolo Kuznetsova (la n°7 del ranking viene sconfitta 7-6, 6-2 in 1 ora e 37 minuti), e la Kvitova (tennista ceca n°11 del ranking e fresca vincitrice del torneo di Wuhan), alla quale bastano 75 minuti per sbrigare la pratica Muguruza (la n°4 del mondo e n°2 del torneo viene stoppata 6-1, 6-4).


About Francesco Santoro

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*