ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Qualificazioni Russia 2018, è il momento di Italia-Spagna. Le formazioni
Qualificazioni Russia 2018, è il momento di Italia-Spagna. Le formazioni

Qualificazioni Russia 2018, è il momento di Italia-Spagna. Le formazioni

Le qualificazioni ai Campionati Mondiali Russia 2018 entrano nel vivo: questa sera alle ore 20.45 andrà in scena allo Juventus Stadium di Torino un suggestivo Italia-Spagna.

Si ritorna in campo dopo la prima giornata che ha visto entrambe vittoriose: la nazionale italiana ha espugnato Israele per 1-3, quella spagnola ha rifilato un rotondo 8-0 al malcapitato Liechtenstein. Ora è il tempo di fare sul serio: con due nuovi tecnici in panchina rispetto alla scorsa stagione – Giampiero Ventura e Julen Lopetegui – ecco la 36^ sfida tra le due squadre che presumibilmente si contenderanno il primo posto nel Gruppo G.

“C’è la gioia di tornare a Torino, è uno spicchio della mia vita”, ammette nella conferenza stampa della vigilia il commissario tecnico azzurro, che soffermandosi sulla gara si dice convinto che i suoi avversari abbiano mostrato nelle ultime uscite una “evoluzione tattica importante” col cambio di ct. “Per battere la Spagna non basta la corsa, piuttosto dovremo correre bene […] Essere al 60% non sarà sufficiente“, prosegue l’ex allenatore del Toro.

“Agli Europei l’Italia prese di petto la partita con noi”, risponde Lopetegui con riferimento a quanto accaduto in Francia nel corso dell’estate. L’iberico ritiene che la nazionale di casa abbia mantenuto inalterato lo stesso impianto di gioco con gli ultimi tecnici, da Prandelli a Conte fino a Ventura: “Hanno un sistema da anni stabile in difesa e attacco, con gli automatismi di un collettivo rodato” sono le sue parole a tal proposito.

I precedenti. Sono 35 gli incontri finora disputati tra le due nazionali: bilancio di 11 vittorie azzurre, 10 spagnole e 14 pareggi. La prima volta fu alle Olimpiadi del 1920, quando gli iberici ebbero la meglio per 2-0. In tempi remoti ricordiamo anche la rete di Giuseppe Meazza che portò gli azzurri in semifinale a Italia 1934 (mondiale poi da noi vinto), ma è negli ultimi decenni che la rivalità si è accesa. A Usa ’94 Dino e Roberto Baggio siglarono un uno-due ancora ai quarti dell’appuntamento iridato, mentre agli europei del 2008 e del 2012 la Spagna allora dominatrice incontrastata ci fece piangere amaramente. L’ultimo incontro risale tre mesi fa in Francia, vinto dall’Italia per 2-0.

Le formazioni. L’Italia non potrà disporre di Giorgio Chiellini squalificato e Daniele Rugani infortunato. Debutto in nazionale maggiore per il ventunenne Alessio Romagnoli, che sarà affiancato dagli esperti Andrea Barzagli e Leonardo Bonucci. Davanti alla difesa tocca a Daniele De Rossi; sulle fasce ecco Florenzi e De Sciglio, mentre dovrebbero partire dalla panchina sia Candreva che Verratti, il cui posto verrà preso da Bonaventura e Parolo. Eder e Pellé la coppia d’attacco.

Nessuna sorpresa nello schieramento dei nostri avversari. Confermato l’inserimento dal primo minuto di Diego Costa, che ha avuto la meglio nel ballottaggio con Alvaro Morata. Il calciatore del Chelsea comporrà il reparto avanzato assieme al napoletano Callejon, premiato da Lopetegui, e da David Silva. A macinare gioco e produrre fantasia, Andres Iniesta.

Italia (3-5-2): 1 Buffon, 15 Barzagli, 9 Bonucci, 3 Romagnoli, 8 Florenzi, 21 Parolo, 16 De Rossi, 7 Bonaventura, 2 De Sciglio, 9 Pellè, 17 Eder. (14 Perin 12 Donnarumma 13 Astori 5 Ogbonna 4 Darmian 18 Montolivo 6 Candreva 10 Verratti 20 Bernardeschi 22 Gabbiadini 11 Immobile 23 Belotti). All. Ventura.

Spagna (4-3-3): 1 De Gea, 2 Carvajal, 3 Piquè, 15 Sergio Ramos, 18 Jordi Alba, 8 Koke, 5 Busquets, 6 Iniesta, 9 Callejon, 19 Diego Costa, 21 Silva. (23 Reina 13 Rico 4 Nacho 16 Martinez 14 Roberto 22 Isco 10 Thiago 12 Herrera 20 Nolito 11 Vitolo 7 Morata 17 Vasquez). All. Lopetegui.

Arbitra il tedesco Brych. A completare il quadro del Gruppo G anche Macedonia-Israele e Liechtenstein-Albania.

TV Prepartita di Italia-Spagna dalle 19.30 su Rai Sport/HD; collegamento alle 20.30 su Rai 1/HD e calcio d’inizio alle 20.45. Diretta simultanea anche su Rai 4/HD con la divertente telecronaca della Gialappa’s Band.

Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*