ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Mondiali Doha 2016, poker iridato di Tony Martin a cronometro
Mondiali Doha 2016, poker iridato di Tony Martin a cronometro
Tony Martin

Mondiali Doha 2016, poker iridato di Tony Martin a cronometro

Arriva il poker di Tony Martin nella cronometro élite dei Campionati Mondiali di ciclismo su strada Doha 2016: il tedesco della Etixx-Quick Step sale sul gradino più alto del podio davanti al campione uscente Vasyl Kyrienka e allo spagnolo Jonathan Castroviejo.

Prestazione maiuscola per il trentunenne di Cottbus: sul circuito di 40 km disegnato a The Pearl of Qatar è l’unico a scendere sotto i tre quarti d’ora di gara, fermando il tempo sui 44.42.99. Dopo i titoli di Copenaghen 2011, Valkenburg 2012 e Firenze 2013 di nuovo una medaglia d’oro iridata per il passista tedesco, già protagonista nella giornata inaugurale della manifestazione del successo della sua squadra di club. E con la quarta affermazione individuale eguaglia lo svizzero Fabian Cancellara.

Secondo il campione uscente Vasyl Kiryenka (Bielorussia), 45.28.04: dà tutto l’atleta del Team Sky e va vicino al nuovo colpaccio, ma deve arrendersi all’evidenza dei fatti che vuole Tony Martin più forte di tutti. Ottima la prova del campione europeo in carica, lo spagnolo Jonathan Castroviejo, che va a conquistare la medaglia di bronzo in 45.53.90.

Finisce ai piedi del podio il polacco Maciej Bodnar, per l’ennesima volta ai vertici, ma ancora a secco di un alloro internazionale. Chi si rende protagonista di una gara ben al di sopra delle più rosee aspettative è Ryan Mullen (Irlanda), che va ad insediarsi in prima posizione in 46.04.74 rimanendovi per lungo tempo. Alla fine per lui un onorevolissimo quinto posto che non può che soddisfarlo.

Chi delude enormemente è l’olandese Tom Dumoulin, probabilmente l’avversario numero uno di Martin alla vigilia: soltanto undicesimo il corridore della Giant, che paga oltre due minuti al vincitore. Sotto le attese anche l’australiano Rohan Dennis, il cui sesto posto non può che andargli stretto.

È Manuel Quinziato l’unico azzurro schierato dal commissario tecnico Davide Cassani per questa cronometro. L’altoatesino che milita nella BMC si fa valere e va a chiudere in 47.22.34 in ventiduesima posizione.

Ordine d’arrivo:

1 Tony MARTIN GER GER 31 44:42
2 Vasil KIRYIENKA BLR BLR 35 +46
3 Jonathan CASTROVIEJO NICOLAS ESP ESP 29 +1:11
4 Maciej BODNAR POL POL 31 +1:17
5 Ryan MULLEN IRL IRL 22 +1:22
6 Rohan DENNIS AUS AUS 26 +1:28
7 Yves LAMPAERT BEL BEL 25 +1:46
8 Jos VAN EMDEN NED NED 31 +1:46
9 Reto HOLLENSTEIN SUI SUI 31 +1:52
10 Bob JUNGELS LUX LUX 24 +1:57
11 Tom DUMOULIN NED NED 26 +2:02
12 Alex DOWSETT GBR GBR 28 +2:12
13 Martin Toft MADSEN DEN DEN 31 +2:12
14 Marcin BIALOBLOCKI POL POL 33 +2:16
15 Taylor PHINNEY USA USA 26 +2:22
16 Anton VOROBYEV RUS RUS 26 +2:23
17 Stefan KUENG SUI SUI 23 +2:26
18 Luke DURBRIDGE AUS AUS 25 +2:29
19 Andriy GRIVKO UKR UKR 33 +2:35
20 Nelson Filipe SANTOS SIMOES OLIVEIRA POR POR 27 +2:36
21 Gatis SMUKULIS LAT LAT 29 +2:38
22 Manuel QUINZIATO ITA ITA 37 +2:40


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*