ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Mondiali Doha 2016, Dideriksen campionessa iridata. Quinta Bastianelli
Mondiali Doha 2016, Dideriksen campionessa iridata. Quinta Bastianelli
Amelie Dideriksen campionessa mondiale 2016. Foto @UCIDoha2016

Mondiali Doha 2016, Dideriksen campionessa iridata. Quinta Bastianelli

Ride la Danimarca nella gara donne élite dei Campionati Mondiali di ciclismo su strada Doha 2016: la nuova campionessa iridata è Amelie Dideriksen, che batte in volata l’olandese Kirsten Wild e la finlandese Lotta Lepisto. Quinto posto per l’italiana Marta Bastianelli.

Tocca alle élite, dunque. Sono 134 i km da affrontare per le ragazze in gara, tra le quali, purtroppo, non c’è Giorgia Bronzini: la due volte campionessa mondiale viene messa Ko in mattinata da problemi di stomaco ed è costretta a dare forfait per l’occasione. La nazionale azzurra di Dino Salvoldi è così composta: Marta Bastianelli, Elena Cecchini, Maria Giulia Confalonieri, Barbara Guarischi, Tatiana Guderzo ed Elisa Longo Borghini.

Prima parte di corsa caratterizzata dalla fuga solitaria della giapponese Eri Yonamine, ma il gruppo le concede pochi secondi senza curarsi troppo di lei. Terminato il tratto in linea ed entrati nel circuito, si riporta sulla battistrada la svizzera Nicole Hanselmann, ma neppure in due si riesce a fare la differenza. Tutto sembra già destinato ad una scontata volata, ma è l’Olanda a provare a dare battaglia, con Marianne Vos che tenta più volte di mettere tutti in fila indiana.

Quando mancano tre giri alla conclusione il gruppo torna compatto. A questo punto è la statunitense Amber Neben, medaglia d’oro a cronometro, a tentare l’assolo. E si assiste, nel frattempo, alla clamorosa esclusione da parte della giuria della russa Olga Zabelinskaya, rea di aver programmato ed attuato il cambio di bici fuori dalle zone consentite.

La foto-finish

Comincia l’ultimo giro e per poco tempo si rimane tutti insieme. La britannica Danielle King dà il via alla bagarre, ma nonostante i nervi tesi nessuna riesce ad allungare in maniera netta. Chilometri finali caratterizzati da due treni ben delineati: quello orange e quello azzurro. Impeccabili le olandesi nel preparare la volata a Kirsten Wild, ma a spuntarla è la Danimarca con Amelie Dideriksen, che va a laurearsi a sorpresa campionessa mondiale.

Ancora Danimarca, dunque, dopo l’oro conquistato da Jakub Egholm tra gli juniores. E sarà un futuro roseo per entrambi, dal momento che Dideriksen, già campionessa iridata nella categoria minore, ha soli 20 anni. Grossa la delusione dei Paesi Bassi, che controllano in lungo e in largo la gara e devono accontentarsi della medaglia d’argento. Ancor peggio l’Australia, con la favorita Chloe Hosking soltanto settima.

L’Italia piazza al quinto posto Marta Bastianelli, ma un inconveniente col pedale occorso ad Elena Cecchini a 1.5 km all’arrivo scompone il treno azzurro, ben posizionato fino a quel momento, e impedisce alla leader italiana di avere una squadra al suo servizio.

Ordine d’arrivo:

1 DIDERIKSEN Amalie DEN19960524 DENMARK 3:10:27
2 WILD Kirsten NED19821015 NETHERLANDS +0
3 LEPISTO Lotta FIN19890628 FINLAND +0
4 DEIGNAN Elizabeth GBR19881218 GREAT BRITAIN +0
5 BASTIANELLI Marta ITA19870430 ITALY +0
6 FOURNIER Roxane FRA19911107 FRANCE +0
7 HOSKING Chloe AUS19901001 AUSTRALIA +0
8 GUTIERREZ RUIZ Sheyla ESP19940101 SPAIN +0
9 NUMAINVILLE Joelle CAN19871120 CANADA +0
10 D’HOORE Jolien BEL19900314 BELGIUM +0


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*