ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Europa League, 3ª giornata: Roma, delizia e croce all’Olimpico; Sassuolo buon pari a Vienna
Europa League, 3ª giornata: Roma, delizia e croce all’Olimpico; Sassuolo buon pari a Vienna
Florenzi Roma Europa League. Afp/Getty

Europa League, 3ª giornata: Roma, delizia e croce all’Olimpico; Sassuolo buon pari a Vienna

Due partite e altrettante pareggi delle italiane impegnate nella serata di Europa League: Roma rimontata sul 3-3 dall’Austria Vienna; Sassuolo 1-1 col Rapid.

ROMA-AUSTRIA VIENNA 3-3. Roma, uno spreco indicibile: nella partita che doveva forse sancire una volta per tutte la conferma del processo di crescita imboccato dopo le vittorie con Inter e Napoli, la Roma spreca un’occasione d’oro facendosi rimontare dal 3-1 al 3-3 fra il 37’ e il 39’ del secondo tempo. Un anno fa, col Leverkusen, accadde la stessa cosa: 4-4 in una partita pazza. Peccato, un gran peccato non aver festeggiato a dovere la 100esima presenza europea di capitan Totti: fornaio di pani di prima qualità chiamati assist, serviti con la solita eccezionale maestria per i compagni.

Pronti via e, nonostante un buon inizio, la Roma va sotto: topica di Juan Jesus sulla fascia che imbecca l’azione austriaca, conclusa degnamente da Holzhauser; la Roma ci mette poco a rimettersi in carreggiata e 3 minuti dopo, al 19’, Gerson nelle vesti di regista scavalca la difesa dell’Austria Vienna e manda in porta El Shaarawy per il pareggio. I giallorossi completano ribaltone al 34’: un Florenzi in serata di grazia ruba palla sulla trequarti e serve Totti, di prima intenzione l’eterno capitano serve un pallone fantastico a El Sha, stop di petto e destro vincente sotto la traversa.

L’Austria Vienna ci prova poco prima dell’intervallo, poi la Roma nella ripresa cala pure il tris con Florenzi su nuovo assist di Totti. Sembra fatta, Spalletti richiama in panca i suoi marcatori e invece dall’altra Fink le azzecca tutte alzando il baricentro e trovando un insperato pari: a confezionarlo Prokop e Kayode. Roma e Austria Vienna restano appaiate a 5; per la qualificazione è ancora lunga.

 

RAPID VIENNA-SASSUOLO. Va bene così, Sassuolo: i neroverdi rientrano dalla trasferta in terra d’Austria rimediando un buon pari che smuove la classifica e lascia intatte le speranze-qualificazione. Andata in svantaggio già al 7’ per il gol di Schaub (9 gol in stagione), la squadra di Eusebio Di Francesco riesce a evitare il tracollo e a tenersi in vita, trovando nella ripresa il meritato pari grazie a un autogol di Schrammel al 66’ per una goffa deviazione su colpo di testa di Peluso.

Barcolla il Sassuolo soprattutto nel primo tempo, ma per fortuna non crolla, tenuto in piedi da alcune occasioni per Ragusa e Politano nella prima frazione e dalle maggiori accelerazioni nella ripresa, favorite pure dall’ingresso di Defrel; al 66’ come detto il pari su autogol. Il Sassuolo rimedia un punto: il mal di trasferta non è definitivamente guarito, ma fare punti fa sempre morale.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*