ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Europei pista 2016, 3^ giornata: rammarico Consonni, quarto nell’omnium!
Europei pista 2016, 3^ giornata: rammarico Consonni, quarto nell’omnium!

Europei pista 2016, 3^ giornata: rammarico Consonni, quarto nell’omnium!

Siamo giunti alla terza giornata dei Campionati Europei di ciclismo su pista Saint Quentin en Yvelines 2016.

Sfiora una nuova medaglia l’Italia: Simone Consonni chiude al quarto posto il nuovo omnium comprensivo di quattro anziché sei gare. Il futuro neoprofessionista nelle file della TJ Sports-Lampre apre la gara con il decimo posto nello scratch; recupera tante posizioni grazie al secondo posto nella nuova Tempo Race, corsa sulla distanza di 10 km; batte tutti nell’eliminazione, che gli consente di essere al via dell’ultima prova col primo punteggio.

In testa dopo tali gare, l’azzurro si vede rimontare da una beffarda corsa a punti che premia lo spagnolo Alberto Torres, bravo a guadagnare il giro proprio nel finale di gara. Secondo lo svizzero Gael Suter, già oro nello scratch, che approfitta a sua volta del giro guadagnato nei confronti di tutti gli altri.

Sono loro i due corridori che si inseriscono nella lotta apparentemente chiusa tra l’atleta italiano e il francese Thomas Boudat, che va a conquistare il bronzo con due punti di vantaggio sul nostro rappresentante. Quarto posto che brucia, ma non possiamo che fargli un applauso per essere stato protagonista appena una settimana dopo il Mondiale su strada e per aver fatto parte dell’inseguimento argento nella rassegna continentale.

Non tradisce la Gran Bretagna nell’inseguimento individuale femminile: Katie Archbald conquista per la terza volta l’oro continentale battendo in finale, secondo pronostico, la polacca Justyna Kaczkowska (3.29.878 il tempo della vincitrice, 3.33.188 quello della sconfitta). Il bronzo va all’irlandese Anna Turvey, che sconfigge nella finalina per il terzo posto la bielorussa Ina Savenka. Ottava la giovane italiana Francesca Pattaro.

Ucraina-Russia-Belgio il podio del keirin femminile: a vincere la volata lanciata dal derny è Liubov Basova, di nuovo ai vertici dopo  l’oro vinto cinque anni fa nello sprint; al secondo posto giunge la russa Tatiana Kiseleva, ma in seguito alla squalifica di quest’ultima salgono sul podio la Nicky Degrendele e la Simona Krupeckaite, già ex iridata. Fuori nelle eliminatorie le azzurre Miriam Vece e Gloria Manzoni.

Kirsten Wild si aggiudica la corsa a punti femminile: infaticabile l’atleta dei Paesi Bassi, che appena una settimana fa conquistava l’argento su strada a Doha; qui a Saint Quentin, dove ha già messo al collo due medaglie, arriva anche l’oro (25 i punti totalizzati) davanti alla belga Jolien D’hoore, beffata per un solo punto, e alla polacca Katarzyna Pawlowska (14). Settima Maria Giulia Confalonieri, unica italiana alla partenza.

Fuori nel turno di qualificazione dello sprint individuale Davide e Luca Ceci.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*