ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Mondiale per Club, Zenit Kazan è troppo forte: Trento finisce schiantato 3-0
Mondiale per Club, Zenit Kazan è troppo forte: Trento finisce schiantato 3-0
Trento-Kazan Mondiale per Club. FIVB

Mondiale per Club, Zenit Kazan è troppo forte: Trento finisce schiantato 3-0

Trento, il sogno svanisce: troppo forti i campioni d’Europa del Kazan per sperare di poter vincere il Mondiale per Club. I russi dominano 3-0.

Netta l’affermazione dei campioni d’Europa, in quella che è stata la riedizione dell’ultima finale di Champions League, coi ragazzi di Lorenzetti surclassati praticamente in tutti i fondamentali. Vedasi il confronto statistico, specie sulle stampatone (8 contro 2) e il servizio (5 aces a 1).

Come il punteggio degli stessi parziali testimonia (25-18; 25-23; 25-18) il vero sussulto il match l’ha vissuto sul finale del secondo set, con Trento che ha avuto una ghiotta occasione per portarsi sul 23-22. Gli uomini di Lorenzetti però hanno sprecato la chance, lasciando ai ‘bombardieri’ Leon e Mikhaylov strada libera per la conquista del terzo parziale.

Negli altri due set invece Lanza e compagni c’hanno pure provato, ma il gap con la squadra di Alekno è sembrato effettivo e concreto. Strapotere fisico e tecnico, quello messo in campo dai russi, micidiali in attacco e belli compatti pure in ricezione. In doppia cifra lo schiacciatore Matt Anderson (15 punti, 72% in attacco), l’opposto Maxim Mikhaylov (13) e la stella Leon (11).

Tra le fila di Trento si è salvato Filippo Lanza, unico a crederci veramente fino in fondo (10), il miglior marcatore è stato Tine Urnaut (12); ha steccato invece stavolta l’opposto Jan Sotkr (7, 30% in attacco) sostituito nel terzo set da Gabriele Nelli. Non bene a muro sia Sebastian Solé che Simon Van De Voorde e Simo Giannelli a corrente alternata.

Ora il Kazan attende la vincente di Sada Cruzeiro-Bolivar; per Trento invece amara consolazione sarà la finalina di domani pomeriggio, ore 18, per salire almeno sul podio iridato.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*