ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Bilanci squadre 2016: Lampre – Merida
Bilanci squadre 2016: Lampre – Merida

Bilanci squadre 2016: Lampre – Merida

Amici di Mondiali.net, eccoci ad un nuovo appuntamento con i bilanci delle squadre 2016. Su chi ci soffermeremo oggi? Sulla Lampre-Merida, unica rappresentante italiana del WorldTour. Flessione rispetto all’annata passata, per il team diretto da Brent Copeland: 19 vittorie (contro le 31 del 2015) e 54 podi totali (contro 65). Si poteva e si doveva fare di più: hanno deluso le attese alcuni uomini, mentre altri hanno fornito riscontri positivi.

Cominciamo da Diego Ulissi, l’uomo di riferimento dell’intera compagine. Se l’obiettivo principale del livornese era focalizzato sul Giro d’Italia e su di esso unicamente concentriamo la nostra valutazione, la stagione può dirsi ottima, dal momento che sono state ben due le tappe portate a casa (Praia a Mare ed Asolo).

Ma non possono limitarsi ad un solo evento all’anno le ambizioni del corridore toscano: non eccelsa la resa nelle Classiche delle Ardenne che a lui ben si adattano (settimo all’Amstel, ottavo alla Freccia), mentre sul finale di stagione tanti buoni piazzamenti nelle gare italiane e nelle due prove WT canadesi, ma mai un acuto vincente. Da rivedere, quindi, la sua costanza di rendimento.

Non ha fatto certamente meglio, tutt’altro, Alberto Rui Costa: nessun successo messo in cascina da parte dell’ex iridato portoghese, che compie due passi indietro rispetto agli anni precedenti. Fortuna che nei Grandi Giri ci ha pensato baby Louis Meintjes: si è presentato alla partenza del Tour de France, il ventiquattrenne sudafricano, e subito si è piazzato in top ten chiudendo all’ottavo posto. Certo, non possiamo dire che si sia visto troppo lì in testa, ma è pur vero che raramente ha perso contatto dai migliori. Trattasi di talento sicuro.

Chi non può essere promosso è il velocista di punta Sacha Modolo, capace di mettere la ruota davanti agli avversari in sole due occasioni (Turchia e Repubblica Ceca), ma mancando clamorosamente tutti gli appuntamenti clou a partire dal Giro d’Italia (in cui, per la verità, è mancato l’intero panorama delle ruote veloci azzurre). In un anno caratterizzato da un Mondiale per velocisti, poi, non ha fatto nulla per provare a rendere quantomeno difficili le scelte di Cassani, che non ha avuto dubbi sull’esclusione del trevigiano in favore di Viviani e Nizzolo.

Non tanto meglio Davide Cimolai, bravo a primeggiare in una frazione al Catalunya, ma per il resto poco appariscente. E non bene neppure Roberto Ferrari che, quando chiamato in causa per disputare le volate e mettere da parte il suo lavoro per il prossimo, non ha mai trovato il guizzo vincente (i continui piazzamenti al Tour de Hainan in favore del giovane tedesco Max Walscheid sono un esempio).

In calando Przemyslaw Niemec, in crescendo Matej Mohoric, che ha finalmente rotto il ghiaccio tra i professionisti con una bella vittoria ad Hainan, e soprattutto Valerio Conti, protagonista di una grande Vuelta a Espana, coronata dalla bella affermazione nella tappa di Urdax.

Top Moment. Louis Meintjes il più convincente, ma in mancanza di un acuto, eleggiamo le prestazioni di Diego Ulissi al Giro d’Italia e Valerio Conti alla Vuelta a Espana come i due migliori momenti della non esaltante stagione della Lampre-Merida.

top-rider Louis Meintjes, Valerio Conti

flop-rider Sacha Modolo, Alberto Rui Costa

vittorie

19 Tour of Hainan – Stage 6 – Changjiang › Wuzhishan MOHORIC
18 Eneco Tour – Stage 6 – Riemst › Lanaken PIBERNIK
17 Vuelta a España – Stage 13 – Bilbao › Urdax-Dantxarinea CONTI
16 Czech Cycling Tour ULISSI
15 Czech Cycling Tour – Stage 3 – Mohelnice › Sternberk ULISSI
14 Czech Cycling Tour – Stage 2 – Olomouc › Unicov MODOLO
13 Circuito de Getxo ‘Memorial Ricardo Otxoa’ ULISSI
12 Tour of Qinghai Lake – Stage 10 – Tianshui › Pingliang KUMP
11 Tour of Qinghai Lake – Stage 9 – Tianshui › Tianshui KUMP
10 Tour of Qinghai Lake – Stage 7 – Qilian › Qingshizui ZURLO
9 Tour de Slovénie – Stage 3 (ITT) – Celje › Celjska koca ULISSI
8 Tour of Japan – Stage 7 – Izu › Izu ARASHIRO
7 Tour of Japan – Stage 2 – Kyoto › Kyoto CIMOLAI
6 Giro d’Italia – Stage 11 – Modena › Asolo ULISSI
5 Giro d’Italia – Stage 4 – Catanzaro › Praia a Mare ULISSI
4 Presidential Cycling Tour of Turkey – Stage 7 – Fethiye › Marmaris MODOLO
3 Presidential Cycling Tour of Turkey – Stage 4 – Seydisehir › Alanya MODOLO
2 Presidential Cycling Tour of Turkey – Stage 1 – Istanbul › Istanbul NIEMIEC
1 Volta Ciclista a Catalunya – Stage 6 – Sant Joan Despi › Vilanova i la Geltru CIMOLAI

Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*