ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Ligue 1 > Ligue 1, analisi 12^ giornata: il Nizza non è più imbattibile, Monaco e PSG a -3! Risale il Lione
Ligue 1, analisi 12^ giornata: il Nizza non è più imbattibile, Monaco e PSG a -3! Risale il Lione

Ligue 1, analisi 12^ giornata: il Nizza non è più imbattibile, Monaco e PSG a -3! Risale il Lione

Dopo qualche giorno di pausa ritorna l’appuntamento con il pallone transalpino: è il momento, infatti, dei risultati, dei numeri e dell’analisi di tutti i match della 12a giornata di Ligue 1, la massima serie del calcio francese.

La capolista: dopo 12 turni, udite udite, arriva la prima sconfitta del Nizza di Lucien Favre, che al Michel d’Ornano di Caen incassa il primo ko in campionato, un 1-0 deciso da una trasformazione dagli undici metri del “solito” bomber della squadra allenata da Correa, Ivan Santini, 27enne attaccante croato al 5° gol in Ligue 1 quest’anno. Prestazione davvero incolore per i Les Aiglons, che possono recriminare soltanto per un palo colpito da Balotelli nella ripresa. Secondo stop di fila (dopo quello in Europa League di giovedì scorso con il Salzburg) per i rossoneri della Costa Azzurra.

Le inseguitrici: ne approfittano per ridurre subito il gap (ora -3 dalla vetta) sia il Monaco, che asfalta il Nancy con un roboante 6-0 (i Les Rouges et Blancs hanno il migliore attacco del campionato con 36 gol realizzati in 12 giornate, media di 3 gol a partita), nel quale c’è da parlare soltanto dei vari marcatori finiti sul taccuino, ovvero Falcao (doppietta e 4 centri in Ligue 1 quest’anno per il ritrovato attaccante colombiano), Mbappe, Fabinho (il difensore goleador trova dal dischetto il suo 5° gol in campionato) e Carrillo (doppietta anche per il 25enne attaccante argentino, anch’egli a quota 4 nel massimo campionato francese), sia il PSG, che rifila un facilissimo poker al Rennes al Parco dei Principi (in rete Cavani [meraviglioso tiro a giro di El Matador, capocannoniere della Ligue 1 con 11 centri in 12 partite], Rabiot, il nostro Verratti [al volo] e autogol di Fernandes).

Le altre: vincono il Lione (2-1 casalingo con il Bastia, con i Turchini che rientrano in partita soltanto al 92°, minuto in cui Crivelli accorcia le distanze [4a rete per la punta classe ‘95]; per il Gones, per la cronaca, avevano segnato Lacazette [dagli undici metri arriva il 10° centro in campionato per il 25enne bomber transalpino] e autogol di Bengtsson; Lione 7° a 19 punti e al 2° successo consecutivo, Bastia 17° a quota 11 e in netta crisi [4a sconfitta nelle ultime 5 partite di Ligue 1]), il Bordeaux (2-1 con il Lorient al Matmut Atlantique; i Girondini fanno tutto da soli, vanno in vantaggio con Kamano al 28°, segnano nella propria porta con Prior al 62° e siglano il gol della vittoria con una perla assoluta di Rolan al 72° [3a rete in campionato per il centrocampista uruguaiano, a digiuno da oltre 2 mesi]; Bordeaux 8° a 19 punti e in serie positiva da 5 gare di fila [2 vittorie e 3 pareggi tra Ligue 1 e Coppa di Lega], Lorient sempre ultimo a quota 7 e al 9° ko in 12 incontri), l’Angers (preziosissima vittoria di misura con il Lilla al Jean-Bouin; risolve il match la scivolata di Diedhiou al 54° [5° gol in campionato per il 23enne attaccante senegalese]; Scoistes decimi a 17 punti, Dogues terzultimi a quota 18 e all’8a sconfitta in Ligue 1) e il Montpellier (netto 3-1 con il Marsiglia allo Stade de la Mosson; sugli scudi Boudebouz, autore della doppietta che schianta l’OM nel 1° tempo [6 centri quest’anno per il 26enne centrocampista algerino]; gli uomini di Garcia si rifanno sotto al 52° con Thauvin [4° gol nella Ligue 1 2016-2017], ma vengono ricacciati definitivamente indietro da Mounie al 57°; MHSC 13° a 14 punti [peggiore difesa del campionato, 26 gol subiti in 12 giornate, media di oltre 2 gol incassati a partita], Marsiglia 12° a quota 14 e senza successi in Ligue 1 da quasi un mese [1-0 casalingo con il Metz del 16 ottobre scorso, poi 2 pareggi e 1 sconfitta]), pari tra Dijon e Guingamp (divertentissimo 3-3 al Gaston Gerard; borgognoni subito avanti al 6° [1-0 di Varrault] e nuovamente in gol al 26° [2-0 di Diony, 4° gol in campionato], con i bretoni che si riavvicinano al 32° [2-1 firmato Coco, anch’egli al 4° centro]; Tavares, però, al 44° riporta a due reti di distanza il Guingamp, che chiude sotto 3-1 la prima frazione; le emozioni continuano nella ripresa, soprattutto negli ultimi 10 minuti, quando prima Mendy [3-2 al 79°] e poi De Pauw [3-3 al 94°] riescono a raddrizzare il risultato per l’EAG; Dijon 11° a 14 punti e imbattuto in campionato da 6 giornate di fila [2 vittorie e 4 pareggi], Guingamp 4° a quota 21 e al 4° risultato utile consecutivo tra Ligue 1 e Coppa di Lega [4 vittorie e 1 pareggio]), tra Nantes e Tolosa (1-1 alla Beaujoire; ospiti in vantaggio con Braithwaite al 36° [dal dischetto l’attaccante danese firma il suo 7° gol in campionato], padroni di casa che riacciuffano la partita al 91° con Stepinski; Canarini sedicesimi a 12 punti e sempre gravati da problemi nel segnare [9 gol realizzati in 12 partite, solo il Nancy ha fatto peggio [7]], TFC 6° a quota 19 e in fase leggermente calante [2 pareggi e 1 sconfitta nelle ultime 3 di campionato]), e tra Metz e St. Etienne (solito “under” [meno di 3 gol] per i Les Verts [la squadra che ne ha collezionati di più assieme al Nancy, ben 9 su 12 match], fermati sullo 0-0 al Municipal Saint-Symphorien di Metz; Granata quattordicesimi a 14 punti e finalmente tornati a smuovere la classifica dopo 4 ko consecutivi in campionato, St. Etienne 9° a quota 18 e imbattuto da oltre un mese [ultima sconfitta il 2 ottobre scorso, 2-0 in trasferta con il Lione, poi 3 vittorie e 3 pareggi tra Ligue 1 ed Europa League]).

Classifica: Nizza 29,

Monaco, Paris SG 26,

Guingamp 21,

Rennes 20,

Tolosa, Lione, Bordeaux 19,

St. Etienne 18,

Angers 17,

Dijon, Marsiglia, Montpellier, Metz 14,

Caen 13,

Nantes 12,

Bastia 11,

Lilla 10,

Nancy 9,

Lorient 7

Loading...

About Francesco Santoro

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*