ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Qualificazioni Russia 2018: paradiso Brasile, inferno Argentina
Qualificazioni Russia 2018: paradiso Brasile, inferno Argentina
Neymar. Foto: The Canadian Press

Qualificazioni Russia 2018: paradiso Brasile, inferno Argentina

A Belo Horizonte va in scena il Classico per eccellenza: in un match valido per le qualificazioni ai Campionati Mondiali Russia 2018 si trovano di fronte Brasile e Argentina e i verdeoro spazzano via gli avversari con un perentorio 3-0.

Continua il momento d’oro della Selecao che, da quando si è insediato sulla panchina il nuovo ct Tite, ha sempre vinto: cinque successi su altrettanti incontri e primo posto del girone sempre più solido. Notte fonda, invece, per gli odiati rivali, che proseguono il momento no e vedono seriamente in salita il cammino verso il prossimo appuntamento iridato, dove dovrebbero difendere il secondo posto conquistato nell’ultima edizione.

Poco fairplay sin dall’inizio, con l’inno degli ospiti fischiato indecentemente dai padroni di casa. E in campo, proprio su quello stesso campo dove due anni fa il Brasile ricevette una delle più grosse umiliazioni della sua storia (1-7 dalla Germania) sono subito scintille. La prima vera azione della partita porta la firma di Leo Messi che, lasciati i propositi di abbandono della nazionale, è di nuovo in gioco per dare una mano ai suoi compagni.

Fallita la prima occasione dopo venti minuti di gioco, è Coutihno a sbloccare il risultato con un gran destro imparabile per Romero. Passano pochi minuti e, sul finire della prima ripresa, arriva la rete del raddoppio: Gabriel Jesus serve Neymar e il centravanti del Barcellona piazza la rete numero 50 in nazionale, la prima in un confronto diretto contro il suo compagno di club Messi.

L’Argentina si fa ancora più offensiva nella ripresa, con Bauza che getta nella mischia Aguero. Ma è il Brasile a siglare il terzo gol: Renato Augusto effettua dalla sinistra un cross per Paulinho e quest’ultimo non sbaglia, firmando il 3-0 finale che non lascia spazio ad alibi.

Le altre sfide del girone sudamericano. Vince senza convincere l’Uruguay, che batte 2-1 l’Ecuador a Montevideo e rimane incollato alla capolista Brasile: di Coates e Rolan le reti decisive. Gran prova del Perù, che supera in rimonta per 4-1 il Paraguay grazie ai gol di Ramos, Flores, Cueva e Benitez. Noioso pareggio a reti bianche tra Colombia e Cile, mentre la sfida tra fanalini di coda Venezuela e Bolivia si conclude con un sorprendente 5-0 in favore dei primi.

Classifica:
1. Brasile 24 punti; 2. Uruguay 23; 3. Colombia 18; 4. Ecuador 17; 5. Cile 17; 6. Argentina 16; 7. Paraguay 15; 8. Perù 14; 9. Venezuela 5; 10. Bolivia 4.

Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*