ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Qualificazioni Russia 2018, Asia: risalgono Giappone e Corea del Sud; ok gli Emirati Arabi Uniti; la Thailandia ferma l’Australia
Qualificazioni Russia 2018, Asia: risalgono Giappone e Corea del Sud; ok gli Emirati Arabi Uniti; la Thailandia ferma l’Australia

Qualificazioni Russia 2018, Asia: risalgono Giappone e Corea del Sud; ok gli Emirati Arabi Uniti; la Thailandia ferma l’Australia

Dopo l’approfondimento sul continente africano, ci spostiamo a est: risultati, numeri e analisi di tutti i match della 5a giornata delle qualificazioni ai Mondiali 2018 della zona asiatica.

Girone A

Corea del Sud – Uzbekistan 2-1

A Seul le Tigri Asiatiche si complicano la vita: l’Uzbekistan, infatti, va in vantaggio al 25’ con Bikmajev (2° centro in 5 partite), abilissimo ad approfittare di una “folle” uscita dalla propria area di Kim, beffato con una bellissima parabola a giro. Nella ripresa, però, cambia la musica, e i coreani riescono nell’impresa di ribaltare il risultato grazie a Nam Tae-Hee (1-1 al 67’) e a Koo Ja-Cheol (il 27enne centrocampista dell’Augsburg sigla il 2-1 all’85’, 2° gol nelle qualificazioni anche per lui).

Cina – Qatar 0-0

La cura Marcello Lippi, nuovo allenatore dei Dragoni, stenta a funzionare: al Tuodong Stadium di Kunming, infatti, i cinesi ci provano in tutti modi, se fosse boxe vincerebbero ai punti, ma nel calcio è un’altra cosa, e la traversa ferma il sogno dell’allenatore di Viareggio di iniziare con una vittoria.

Siria – Iran 0-0

Su un campo VERGOGNOSO (guardare per credere) è praticamente impossibile che accada qualcosa: vince lo scandalo.

Classifica: Iran 11, Corea del Sud 10,

Uzbekistan 9, Siria 5,

Qatar 4, Cina 2

Girone B

Giappone – Arabia Saudita 2-1

I Samurai Blue rispettano i favori del pronostico a Saitama: i Figli del Deserto (l’Arabia Saudita ndr), infatti, vengono regolati 2-1 senza grandi problemi. Sul tabellino dei marcatori, per gli amanti delle statistiche, ci finiscono i due “europei” Kiyotake (il 27enne centrocampista del Siviglia sigla su rigore l’1-0 al 45’) e Haraguchi (il classe ‘91 attaccante dell’Hertha chiude i giochi all’80’, 4a rete in 5 partite, la 4a consecutiva). Al 90’, infine, Hawsawi segna il gol della bandiera ospite.

Thailandia – Australia 2-2

Chi si aspettava una “facile” trasferta a Bangkok per la nazionale guidata da Postecoglou si sbagliava di grosso: al Rajamangala Stadium, infatti, i Socceroos partono forte con i War Elephants (0-1 di Jedinak [su rigore] al 9’), ma si fanno riagguantare e addirittura superare dalla doppietta dello scatenato Dangda (1-1 al 20’ e 2-1 [dal dischetto] al 57’). Soltanto il 3° rigore della partita, decretato al 65’ del match, salva gli australiani: ancora una volta Jedinak è freddissimo dagli 11 metri (3 gol in 5 partite).

Emirati Arabi Uniti – Iraq 2-0

Chiudiamo lo “speciale qualificazioni Mondiali 2018 zona asiatica” con la vittoria dei Figli di Zayed (gli Emirati Arabi Uniti ndr): al Mohammed Bin Zayed Stadium di Abu Dhabi, infatti, l’Iraq viene sconfitto con un gol per tempo (al 26’ Khalil con un gran destro fa 1-0 [4a rete in 5 giornate per il 25enne attaccante dell’Al-Ahli Dubai], al 93’ Matar sigla il definitivo 2-0).

Classifica: Arabia Saudita, Giappone 10,

Australia, Emirati Arabi Uniti 9,

Iraq 3, Thailandia 1


Loading...

About Francesco Santoro

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*