ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Liga, andale Madrid: è tempo di derby, Atletico-Real dirà tutto

Liga, andale Madrid: è tempo di derby, Atletico-Real dirà tutto

Mai decisiva, già adesso: Atletico-Real di stasera può già dare un senso alla stagione, con le merengues pronte in caso di vittoria a dare il k.o. ai colchoneros.

Dopo la pausa dedicata alle Nazionali la Liga ricomincia dunque dal più sentito derby di Spagna: un match che, oltre ad avere tutti i risvolti propri di una stracittadina, è pregno di significati per le due squadre e i due allenatori. Per entrambe le parti, la sfida del Calderon è una partita che riporta alla mente ricordi belli e sconfitte dolorose.

Su tutti, chiaramente, quello più recente: la finale di Champions dello scorso maggio a San Siro, quando le merengues di Zidane trionfarono ai rigori sui colchoneros di Simeone, replicando la vittoria di Lisbona del 2014.

Eppure il Cholo e la sua banda possono ricordare alla Casa Blanca che sono stati proprio a infliggere l’ultima sconfitta in Liga al Real di Zidane, una sconfitta che tarpò le ali alla rimonta dei Blancos nei confronti del Barcellona nel corso del campionato scorso. Dopo lo 0-1 subito al Bernabeu, per Zizou e i suoi arrivarono 12 vittorie consecutive. Tante, ma non sufficienti a recuperare lo svantaggio nei confronti dei blaugrana, che vinsero la Liga con un solo punto di vantaggio.

Almeno nella Liga Diego Simeone ha preso le misure al Real: l’ultima sconfitta con le merengues è datata aprile 2013; da allora due pareggi e quattro vittorie. Per la Champions il discorso è ben diverso e non conviene farlo qui.

L’Atletico che ha finalmente trovato la quadra in campionato dovrà però fronteggiare tutta la voglia di Liga dei cugini dell’altra parte del Manzanarre (Zidane e i suoi vogliono vincere il campionato, che manca in bacheca da 4 anni). Forti, ancor di più, della verve realizzativa di Cristiano Ronaldo, che quando vede e sente Atletico diventa un toro: 15 reti in 25 derby (record di Di Stefano di 17 in 26 gare ormai vicinissimo). Eppure CR7 nelle ultime apparizioni al Calderon è riuscito a segnare appena un gol a Oblak. Chi vincerà la sfida personale? Chi, quella per la conquista della capitale iberica?

 


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*