ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, 14ª giornata: Juve, crollo impressionante col Genoa! Lazio e Atalanta, scalata continua
Serie A, 14ª giornata: Juve, crollo impressionante col Genoa! Lazio e Atalanta, scalata continua
Simeone jr. Genoa-Juventus, Serie A. Lapresse

Serie A, 14ª giornata: Juve, crollo impressionante col Genoa! Lazio e Atalanta, scalata continua

È la notizia di giornata, lo scoop che fa boom: la Juve più brutta della stagione crolla in casa del Genoa 3-1 e riapre il campionato di Serie A. Lazio e Atalanta terze!

JUVE, UN BLACK OUT TREMENDO. Campionato riaperto del tutto? Ancora presto per dirlo. Certo è che la Juve spaesata e spenta del Ferraris ha fatto di tutto per ridare senso a questa Serie A: il Genoa ferisce e trafigge 3-1 i campioni d’Italia giocando la partita dell’anno e fanno un favore grosso al Milan e forse anche alla Roma.

Giornata da tregenda per Allegri, che forse pensava di poter passare anche a Marassi dopo l’impresona di Siviglia. Niente di più sbagliato: scelte tattiche sbagliate, approccio mollissimo e altri infortuni (con il cambio speso troppo presto per l’infortunio muscolare a Bonucci e il k.o. di Dani Alves a fine match) e Grifone rossoblù che fa quel che vuole in un primo tempo che i suoi tifosi ricorderanno per parecchio tempo.

Mattatore di giornata è Giovanni Simeone, il figlio del Cholo: uno che sapeva far male alla Juventus ai tempi in cui giocava con Inter e Lazio. Stavolta il Cholito si prende titoli, bandiere e pallone da riportare a casa con una prestazione mostruosa: doppietta, difesa bianconera che non lo ferma mai ed ecco che Juric si ritrova in casa il vero vice-Pavoletti. A completare il primo tempo da favola genoana l’autorete, tanto disperata quanto maldestra, di Alex Sandro.

Nella ripresa l’ennesima perla di Pjanic su punizione è solo una goccia in mezzo alla fangosa giornata juventina. La prestazione peggiore della Signora allegriana da tre anni a questa parte: ora servirà solo meditare su questo black-out, una notte fonda che dovrà fare storia in casa della Vecchia Signora e servire per il futuro.

LAZIO E ATALANTA, UNA COPPIA DA FAVOLA. Si erano fronteggiate nella prima giornata di Serie A, in un 3-4 pirotecnico che ora, rivisto in controluce, si manifesta per quello che era allora: una lastra con, in nuce, la straordinaria stagione di entrambe. Lazio e Atalanta continuano a macinare gol e prestazioni da grande squadra e ancora per un’altra settimana volano al terzo posto a braccetto nella classifica di Serie A.

La truppa biancoceleste di Simone Inzaghi sbanca pure Palermo, 0-1 con rete di Milinkovic-Savic, e allunga striscia di imbattibilità a 9, frutto di sei vittorie e tre pareggi. In Sicilia per la prima volta nelle ultime sei giornate la Lazio non ha neppure subito gol. Un ulteriore elemento di fiducia, nella settimana che prepara l’attesissimo derby di domenica.

Continua invece a stupire l’Atalanta di Gasperini: anche sul difficile campo di Bologna (13 dei 16 punti felsinei conquistati al Dall’Ara) i bergamaschi giocano da dio, anzi da Dea. Così facendo i nerazzurri, in totale dominio sui bolognesi, centrano il record di sei vittorie consecutive (8 nelle ultime 9 gare), portando il proprio bottino in 14 gare a 28 punti. Cifre da capogiro: si può aggiungere altro? Bergamo è sempre più alta.

 

 

 


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*