ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, 16ª giornata: il Pazzo-Verona passa col Bari, la corsa ricomincia
Serie B, 16ª giornata: il Pazzo-Verona passa col Bari, la corsa ricomincia
Pazzini Verona-Bari, Serie B. LaPresse

Serie B, 16ª giornata: il Pazzo-Verona passa col Bari, la corsa ricomincia

Se il Pazzo fa 13 il Verona ricomincia a correre: Pazzini firma la 13esima marcatura stagionale e decide il posticipo di Serie B. Bari freddato 1-0 e nuovo 1° posto.

All’Hellas di Pecchia basta dunque la zampata del suo capitano, siglata a 7’ dalla fine, per abbattere il buon Bari di Colantuono e riprendersi dopo le scoppole con Novara e Cittadella riconquistando anche il primo posto in solitaria in vetta alla Serie B.

Dopo gli applausi iniziali del Bentegodi per Moras, ex di turno e idolo gialloblù per 4 anni, il Verona parte fortissimo con una botta di Souprayen ben sventato da Micai. L’Hellas fa tanto possesso palla e si affida alle geometrie di Fossati e le sgroppate di Romulo: al 30’ il terzino trova il corridoio giusto per Pazzini ma Moras lo frena al momento giusto.

Sembra un monologo in gialloblù, ma poi il Bari ha l’occasione più ghiotta per andare in vantaggio a 5” dal riposo. Sabelli crossa dal fondo per l’accorrente Romizi che però dal dischetto fallisce il rigore del movimento sparando altro.

Nella ripresa, con Valoti al posto di Siligardi, il tema della partita cambia nettamente: il Bentegodi trema prima su un rimpallo vinto da De Luca poi su un bel sinistro al volo di Brienza che finisce fuori di un niente alla sinistra di Nicolas.

Il Verona si scuote con un destro di Valoti; nel Bari entra Maniero e su una sua azione d’attacco Furlan calcia di sinistro senza trovare la rete. Proprio nel momento di massimo brio calcistico, il Pazzo trova il colpo che la risolve: angolo di Romulo, deviazione di Valoti sul secondo palo e correzione rapace di Pazzini a battere Micai. L’Hellas la blinda e il risultato non si schioda più: la vetta della Serie B è riconquistata.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*