ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, 16ª giornata: Salernitana-Pro Vercelli finisce 1-1
Serie B, 16ª giornata: Salernitana-Pro Vercelli finisce 1-1
Donnarumma Salernitana, Serie B. LaPresse

Serie B, 16ª giornata: Salernitana-Pro Vercelli finisce 1-1

Finisce in parità il posticipo della 16ª di Serie B all’Arechi tra Salernitana e Pro Vercelli. A Donnarumma risponde Sprocati. I campani sprecano, buon punto ai piemontesi.

Il punto infatti è utile soprattutto alla squadra di Moreno Longo (quarto pareggio consecutivo), mentre i campani – al quarto risultato utile consecutivo – collezionano un’altra occasione fallita per avvicinarsi all’obiettivo playoff.

Dopo la normale fase di studio degli inizi, la partita si accende dopo il primo quarto d’ora. Al 18’ incursione di Improta non sfruttata da Donnarumma. Al 21’ arriva la risposta dei Bianchi di Piemonte: Mustacchio si appoggia a Ebagua e libera Ardizzone, ma il centrocampista dal limite dell’area di rigore non supera Terracciano.

La partita vive sul filo dell’equilibrio, anche se al 32’ Coda ci prova col colpo di testa. Tre minuti dopo l’equilibrio si rompe: cross di Vitale, Coda serve un assist delizioso al compagno di reparto Donnarumma che, da pochi metri, supera Provedel: l’attaccante rompe il digiuno che durava da due mesi e timbra la terza rete in Serie B.

La Pro Vercelli accusa il colpo e si scompone; i campani però hanno il demerito di non approfittarne e di sprecare almeno tre occasioni buone per il raddoppio: prima dell’intervallo Provedel rintuzza il tentativo di Perico.

Nella ripresa subito un’occasione per parte, Mustacchio per la Pro e Della Rocca per la Salernitana. I granata di Sannino sfiorano ancora il bis con Coda e Ronaldo ma poi si chiudono, visto che i piemontesi cominciano sotto sotto a crederci.

Al 36’, esattamente un tempo dopo il vantaggio salernitano, il neoentrato Sprocati servito da Ebagua supera Terracciano e fa 1-1. Il forcing finale granata non sortisce effetti: il posticipo si conclude in pari.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*