ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Champions, 6ª giornata: il Dortmund beffa il Real; il Porto prende a schiaffi il Leicester
Champions, 6ª giornata: il Dortmund beffa il Real; il Porto prende a schiaffi il Leicester
Aubameyang Real-Dortmund, Champions. Ap

Champions, 6ª giornata: il Dortmund beffa il Real; il Porto prende a schiaffi il Leicester

Oltre a Juve-Dinamo Zagabria, il mercoledì di Champions assiste anche alla rimonta-beffa del Dortmund che al Bernabeu frena il Real; clamoroso 5-0 del Porto!

GRUPPO E — Classifica finale: Monaco 11; Bayer Leverkusen 10; Tottenham 7; Cska Mosca 3.

BAYER LEVERKUSEN-MONACO 3-0. Con la pancia piena del pass già abbondantemente conquistato da prima del girone, il Monaco incappa nella prima sconfitta del girone. I tedeschi conservano l’imbattibilità nel segno di Yurchenko, Brandt e aut. di Morgan De Sanctis, che nel giorno dell’esordio in Champions con la maglia biancorossa a 39 anni respinge sfortunatamente nella sua porta un rigore di Wendell che aveva cozzato sulla traversa.

TOTTENHAM-CSKA MOSCA 3-1. Qualche brivido per gli Spurs, ma alla fine gli inglesi si consolano con la qualificazione ai sedicesimi di Europa League. Russi avanti con Dzagoev: la rimonta per la squadra di Pochettino la mettono in cascina Alli, Kane e ancora Alli propiziando l’autogol di Akinfeev.

 

GRUPPO F – Classifica finale: Borussia Dortmund 14; Real Madrid 12; Legia Varsavia 4; Sporting Lisbona 3

REAL MADRID-BORUSSIA DORTMUND 2-2. Ribaltone e controribaltone: al Bernabeu il Real ottiene un amarissimo pomeriggio nel finale che costa un cocente secondo posto nel raggruppamento proprio dietro i gialloneri tedeschi. Al 28’ Karim Benzema fa 1-0 su cross di Carvajal, un vantaggio che poi Keylor Navas è bravissimo a conservare a galla davanti ai numerosi tentativi del BVB. Nella ripresa con la squadra di Tuchel sbilanciata James confeziona e di nuovo Benzema fa 2-0.

Sembra finita e invece all’ora di gioco Aubameyang si vede regalare la rete del 2-1 grazie all’imbambolata difesa madridista. Occasioni incredibili da ambo le parti (clamoroso palo di CR7 a Weidenfeller battuto) prima che arrivi il beffardo 2-2 tedesco, firmato all’87’ da Marco Reus, appena subentrato, sull’assist del gabonese.

LEGIA VARSAVIA-SPORTING LISBONA 1-0. Dopo il pari imposto al Real Madrid, il Legia si prende un’altra grande soddisfazione e compie l’impresa, cacciando lo Sporting fuori da tutto e prendendosi il posto in Europa League. A Varsavia finisce 1-0 e il match lo decide un bel destro di Guilherme.

 

GRUPPO G — Classifica finale: Leicester 13; Porto 11; Copenaghen 9; Bruges 0.

BRUGES COPENAGHEN 0-2. I danesi fanno il loro ma non serve a niente. La gara viene indirizzato già in un quarto d’ora da Delaney (aut. di Mechele a essere precisi) e Zanka. La squadra di Copenaghen però dovrà accontentarsi dell’Europa League.

PORTO-LEICESTER 5-0. Foxes, è un momentaccio: la squadra di Ranieri conferma il suo momento nero anche a Oporto, dove nonostante il primo posto nel girone incappa in un 5-0 pesantissimo per il morale. I Dragoes portoghesi compiono la loro missione e si qualificano da secondi del girone. In gol nel primo tempo André Silva, Corona e Brahimi, nella ripresa ancora André Silva su rigore e Diogo Jota.

 

GRUPPO H — Classifica finale: Juventus 14; Siviglia 11; Lione 8; Dinamo Zagabria 0.

JUVENTUS-DINAMO ZAGABRIA 2-0

LIONE-SIVIGLIA 0-0. Serviva un 2-0, all’Olympique, per sorpassare gli andalusi proprio in dirittura d’arrivo, dopo il 3-1 incassato del Pizjaun. Invece la squadra di Sampaoli torna a casa senza danni, e senza gol al passivo. Tre pali complessivi: li prendono Vitolo per il Siviglia, Tolisso e Valbuena per il Lione.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*