ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Eurocross Chia 2016, Crippa e Chiappinelli a medaglia tra i giovani
Eurocross Chia 2016, Crippa e Chiappinelli a medaglia tra i giovani
Yeman Crippa. Foto: @atleticaitalia

Eurocross Chia 2016, Crippa e Chiappinelli a medaglia tra i giovani

Italia sugli scudi nelle categorie giovanili, meno bene tra i seniores: questo il resoconto dei Campionati Europei di corsa campestre disputati quest’oggi a Chia, in Sardegna.

Le più belle soddisfazioni azzurre a Eurocross 2016 giungono dagli under 20 e dagli under 23. Nel primo caso si registra una grande prestazione di Yohanes Chiappinelli, che va a cogliere la medaglia d’argento al termine di una gara condotta costantemente nelle prime posizioni. Già campione continentale dei 3000 siepi nel 2015, il diciannovenne di origini etiopi è costretto stavolta a cedere soltanto al diciassettenne norvegese Jakob Ingebrigtsen, medaglia d’oro in 17:06. Meno bene gli altri azzurri: 22° Sergiy Polikarpenko, 33° Ahmed Ouhda, 34° Ademe Cuneo, 60° Mustafà Belghiti e 62° Jacopo De Marchi. Risultati che non permettono alla nostra nazionale di salire sul gradino più alto del podio nella gara a squadre che viene vinta dalla Francia (26) davanti alla Spagna (42) e alla Gran Bretagna (43), con l’Italia ai piedi del podio.

Tra le donne, invece, domina la tedesca Konstanze Klosterhalfen (12:26) davanti alla danese Anna Emilie Moller (12:43) e alla britannica Hariet Knowles-Jones (12:52). Migliore delle italiane è Francesca Tommasi, 14^ in 13:25. Oro nella prova a squadre alla Gran Bretagna (33 punti) davanti alla Germania (57) e ai Paesi Bassi (71). Italia settima.

La seconda grande notizia per i colori azzurri arriva dalla categoria under 23, dove si registrano contemporaneamente il bronzo di Yemaneberhan Crippa e l’oro della nazionale. Il ventenne di origini africane, già due volte sul podio nelle due passate edizioni corse tra gli juniores, conferma di essere nell’élite continentale arrendendosi soltanto al belga Isaac Kimeli (22:48) e allo spagnolo Carlos Mayo (22:53), con cui si rende protagonista della fuga che decide la gara. Terzo Crippa e, grazie al 9° posto di Samuele Dini, all’11° di Said Ettaqy e al 12° di Lorenzo Dini, permette all’Italia di vincere la medaglia d’oro nella gara a squadre con 35 punti: superate Belgio (53) e Gran Bretagna (58).

Omologa prova femminile alla polacca Sofia Ennaoui, che quest’anno ha preso parte alle Olimpiadi di Rio nei 1500 metri (specialità in cui vanta già diversi allori giovanili). Secondo posto per la tedesca Anna Gehring (19:24), terzo per la britannica Alice Wright (19:42). Soltanto decima la migliore delle nostre, Christine Santi, seguita da Silvia Oggioni 14^ e Roberta Ciappini 19^. In questo caso arriva il bronzo nella classifica a squadre con 67 punti alle spalle di Gran Bretagna (26) e Germania (33).

A chiudere la kermesse, le gare seniores, dove l’Italia non brilla affatto. In questo caso si registra il dominio della Turchia, capace di primeggiare sia tra gli uomini che tra le donne: tra i primi trionfa il ventenne Aras Kaya, che si aggiudica la prova in 27:39 davanti al connazionale Polat Kemboi Arikan (27:42) e a tre britannici, il primo dei quali è britannico Callum Hawkins (27:49). Gran Bretagna ovviamente prima nella prova a squadre con 28 punti davanti  a Spagna (32) e Turchia (38). Miglior azzurro è Marouan Razine, nono in 28:27. Poi Marco Najibe Salami 15° e Stefano La Rosa 20°, piazzamenti che valgono il quinto posto complessivo.

Tra le donne, infine, tocca alla finalista olimpica Yasemin Can conquistare l’oro col crono di 24:46. Ancora doppietta, con il secondo posto a Meryem Akda (24:56), mentre il terzo lo occupa la norvegese Karoline Grovdal (25:26). Valeria Roffino, 22esima, prima delle azzurre, che complessivamente giungono decime nella gara vinta dalla Turchia con 35 punti su Gran Bretagna (51) e Romania (79).

Si chiude così, con un bilancio azzurro di argento e un bronzo individuale e un oro e un bronzo a squadre, tutti nelle categorie giovanili, l’edizione 2016 dei Campionati Europei di corsa campestre.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*