ULTIME NEWS
Home > Mondiali > Fifa Club World Cup 2016, Real dall’imbarazzo alla gloria: merengues sul tetto del mondo!
Fifa Club World Cup 2016, Real dall’imbarazzo alla gloria: merengues sul tetto del mondo!
Cristiano Ronaldo Real Madrid-Kashima Antlers, Fifa Club World Cup 2016. AFP

Fifa Club World Cup 2016, Real dall’imbarazzo alla gloria: merengues sul tetto del mondo!

Fifa Club World Cup 2016, Real Madrid di Zidane è di nuovo campione del mondo: Kashima Antlers battuti 4-2, ma solo dts. Che fatica per le merengues, per fortuna ci pensa CR7.

A Yokohama esce fuori la partita che non t’aspetti: la strafavorita Casa Blanca si fa infilzare due volte dai giapponesi che giocano col favore del pubblico, poi però fuoriesce tutto il gap tecnico e gli Antlers, vera rivelazione di questo Mondiale per Club, devono arrendersi ai supplementari.

Parte in discesa la gara degli spagnoli, subito in vantaggio con Benzema al 9’: il francese tira di destro da centro area e buca il portiere giapponese Sogahata. Partita avviata a un trionfo madridista? Macché. Gli Antlers sono tutto tranne che arrendevoli e, a cavallo fra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa, il Kashima prima pareggia e poi si porta in vantaggio, grazie a una doppietta di Shibasaki al 44’ e al 52’.

Real sotto contro la squadra del Sol Levante: incredibile. Lo shock imbarazzante dura però poco: i campioni d’Europa in carica si rimettono in sesto con il pareggio segnato da Cristiano Ronaldo su rigore, dopo un netto fallo di Yamamoto su Vazquez in area.

Nel finale di partita però sono i giapponesi a rendersi pericolosi e almeno in un paio di occasioni Keylor Navas salva il risultato.

Si vai così ai supplementari, non prima di un episodio da moviola (nonostante la presenza della VAR): Sergio Ramos ferma un avversario, fallo da ammonizione (sarebbe stata la seconda), ma l’arbitro lo grazia.

Ai supplementari come detto non c’è storia: una doppietta di Ronaldo fissa il punteggio sul 4-2 con altri due gol al 97’ e 103’ e regala il titolo mondiale al Real Madrid.

Nel secondo tempo supplementari spazio al 4° cambio (lo si può fare in competizioni FIFA solo all’overtime) con l’ingresso di Morata che sfiora anche il 5-2 ma salva sulla linea Ueda.

Per i Blancos si tratta del quinto trionfo iridato, dopo le tre Coppe Intercontinentali (1960, 1998, 2002), e dopo il successo nel Mondiale per club del 2014 firmato Ancelotti.

Ronaldo invece completa il suo anno d’oro e, dopo Champions, Europeo e Pallone d’Oro, eguaglia Pelé, l’unico che finora era stato in grado di segnare tre reti in una finale mondiale per club: Benfica-Santos 2-5, finale di ritorno della Coppa Intercontinentale del 1962 (all’andata, il Santos aveva vinto 3-2).

Se i detrattori del portoghese si lamentavano del suo rendimento nelle finali, il 2016 l’ha consacrato anche per quanto riguarda gli ultimi atti dei tornei: 3 gol nelle 6 finali giocate quest’anno fra Real Madrid e Portogallo, 8 complessivi nelle 6 finali disputate con la maglia madridista e terzo successo conquistato con la maglia merengue dopo Champions e Supercoppa Europea. Bisogna aggiungere altro?

Aggiorna il suo palmares anche Zidane: campione d’Europa e del Mondo da giocatore sia con squadre di club che con la sua nazionale, il francese dopo un solo anno sulla panchina del Real replica anche da allenatore di club.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*