ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Premier League, 18ª giornata: per il Tottenham il digiuno-trasferta è finito, 1-4 a Southampton
Premier League, 18ª giornata: per il Tottenham il digiuno-trasferta è finito, 1-4 a Southampton
Kane-Eriksen Tottenham, Premier League. AFP

Premier League, 18ª giornata: per il Tottenham il digiuno-trasferta è finito, 1-4 a Southampton

Nell’atto finale della 18ª di Premier League il Tottenham ritrova la vittoria esterna che mancava da tanto: 1-4 in casa dei Saints. Grande protagonista Dele Alli.

Gli Spurs alla fine hanno rotto l’astinenza che durava da ben tre mesi (2-1 a Middlesbrough): da allora la squadra di Pochettino aveva inanellato una striscia di tre pareggi e due k.o. Un digiuno pesante e imperdonabile per quella che, bene ricordarlo, è stata la seconda forza dello scorso campionato. Un digiuno che Eriksen e compagni spezzano finalmente in casa del Southampton, rischiando grosso per una ventina di minuti prima di uscire alla distanza e stravincerla 4-1. Un passivo forse bugiardo e colpevolizzante per la squadra di Puel.

Sì, perché al St. Mary’s Stadium vanno in scena praticamente due partite: la prima dura 20’ e vede i padroni di casa dominare e andare in vantaggio praticamente al primo tiro in porta col difensore olandese Virgil Van Dijk, uno dei migliori prospetti della Premier League e del calcio internazionale: colpo di testa perfetto sulla punizione di Ward-Prowse e Lloris battuto. Il Southampton poi sfiora più volte il raddoppio, il Tottenham ha il merito di barcollare senza crollare.

E di trovare, in maniera del tutto insperata, il gol del pareggio: al 19’ Dele Alli salta altissimo deviando una scodellata di Rose. A quel punto la partita cambia, totalmente: da lì alla fine del tempo è dominio-Spurs, con gli ospiti che giocano divinamente e sfiorano un paio di volte il sorpasso con Eriksen e Wanyama.

Il sorpasso come si intuisce è però nell’aria e si materializza dopo 7’ nella ripresa: angolo di Eriksen, Kane si stacca dalla marcatura e di testa incorna alle spalle di Forster il pallone dell’1-2. Tottenham in controllo totale: al 56′ Alli viene steso in area da Redmond e Dean assegna il rigore agli Spurs, espellendo l’ex Norwich per fallo in chiara occasione da gol. Kane però dal dischetto spedisce in orbita forse per colpa di una zolla.

In 10 contro 11 per il Southampton la sorte è segnata: dopo una traversa di Eriksen e i tre cambi in un colpo solo di Puel i Saints sbandano paurosamente e reggono fino all’86’ quando il neoentrato Son scatta in contropiede e fulmina per la terza volta in serata Forster. Pochi secondi ed ecco pure il poker: Rose per Alli, destro piazzato nell’angolo più lontano e goleada completa. Il tabù da trasferta finalmente è infranto e per Pochettino può essere soddisfatto anche per un altro motivo: il suo Tottenham resta lì incollato al drappello delle inseguitrici del Chelsea, a -1 dall’Arsenal e con il Manchester United di nuovo distanziato a +3.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*