ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, il punto dopo la 21ª: i numeri della giornata e i propositi per il nuovo anno
Serie B, il punto dopo la 21ª: i numeri della giornata e i propositi per il nuovo anno
La Mantia Pro Vercelli-Frosinone, Serie B. LaPresse

Serie B, il punto dopo la 21ª: i numeri della giornata e i propositi per il nuovo anno

Va in archivio il 2016 della Serie B: il Verona è campione d’inverno dopo la 21ª col 3-0 al Cesena. Cade il Frosinone, salgono Benevento e Cittadella. E il 2017?

VERONA-CESENA 3-0. Hellas, tutto facile. Il Bentegodi è ben più di una sentenza: ne sa qualcosa pure il Cesena di Camplone che nella città scaligera inanella la sesta sconfitta di fila. Un 3-0 che sa di monologo gialloblù. In gol Bessa e Boldor, in mezzo il 16esimo acuto di capitan Pazzini. Con un bomber Pazzo di gol, la Serie A per Pecchia è dietro l’angolo.

PRO VERCELLI-FROSINONE 2-0. Vittoria fondamentale per la Pro, sconfitta che invece frena i sogni di gloria invernale dei ciociari. La gran doppietta di La Mantia (7 gol ora in campionato) ridà fiato alle ambizioni salvezza dei piemontesi; i gialloblù di Marino conservano comunque la seconda piazza e si preparano a un 2017 che, ci si augura in Ciociaria, possa rivederli volare verso l’ambita Serie A.

BENEVENTO-PISA 1-0. Benevento, un giocattolo che fila: la squadra di Baroni matricola della cadetteria si conferma una delle note più dolci di questa Serie B. Cisse è solo una delle tante frecce a disposizione nella faretra degli Stregoni giallorossi, che con questa vittoria riacciuffano la Spal – altra Cenerentola terribile – e si confermano terza forza del campionato. Il Benevento dopo questo successo rinforza la sua imbattibilità interna nella “regular season”, essendo imbattuto dal 23 novembre 2014, con 40 gare utili ed uno score di 28 vittorie e 12 pareggi. Nel solo 2016 i giallorossi hanno totalizzato qualcosa come 80 punti (44 in Lega Pro e 36 in Serie B). Il Pisa di Gattuso spera dal canto suo di ritrovare nel 2017 la serenità perduta: la nuova dirigenza dovrebbe garantirgliela, la parola passerà al campo.

CITTADELLA-ENTELLA 2-1. Il Cittadella torna al successo dopo il ko nel derby con il Vicenza e chiude al quinto posto il girone di andata a 36 punti. La vittoria porta la firma di Arrighini e Strizzolo, entrambi a quota 4 in classifica marcatori. Per l’Entella (Diaw) qualcosa sembra essersi inceppato, ma la salvezza sembra già acquisita e la lotta playoff resta aperta.

SALERNITANA-PERUGIA 2-1. Brusca caduta del Perugia di Bucchi in quel di Salerno: i granata di Bollini battono un’altra grande e fanno un bel balzo in avanti in classifica. La solita coppia Donnarumma-Coda, 5 gol in campionato per il primo 8 per il secondo, è al centro del progetto Lotito&Mezzaroma. Gli umbri intanto si coccolano Jacopo Dezi, 4° gol in stagione e un futuro promettente davanti a sé a detta di mister Bucchi.

NOVARA-CARPI 2-1. Novara cinico e spietato, Carpi bello e inconcludente: i gaudenziani di Boscaglia si portano a casa l’ultima partita dell’anno con due calci da fermo di bella fattura in appena tre minuti e su calcio di punizione. Galabinov e Sansone infatti ribaltano il vantaggio iniziale di Lasagna (nono centro in campionato). Castori perde l’occasione per distanziare le altre rivali in zona play-off: ci penserà l’anno nuovo?

TERNANA-ASCOLI 0-1. Continua a risalire fantasticamente la china l’Ascoli di Aglietti, capace di espugnare pure il Liberati di Terni. Il gol di Favilli rappresenta la terza sconfitta consecutiva per le Fere rossoverdi, seconda interna, e le fa sprofondare in classifica mettendo a rischio la panchina di Carbone. L’Ascoli infila invece il sesto risultato utile consecutivo e risale in un’area di assoluta tranquillità.

LATINA-AVELLINO 0-0. Le sette… ‘nullità’ del Latina: i pontini nerazzurri infilano il settimo pareggio consecutivo al termine di una gara con l’Avellino con ben poche emozioni e tanta modestia tecnica. Nell’anno nuovo sia Vivarini che Novellino dovranno attingere ad altre risorse per evitare guai.

TRAPANI-BRESCIA 0-0. Al cospetto del suo recente passato Calori ottiene un punto, seppur misero: lo 0-0 col Brescia non sposta però gli equilibri e vede comunque i siciliani sempre più relegati in fondo alla classifica di Serie B. Per Brocchi invece il nuovo anno sarà quello della risposta definitiva: consacrazione e playoff oppure amarezza e rimpianti?


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*