ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Liga: Prandelli, addio al Valencia. L’ex c.t. si dimette, ma è polemica
Liga: Prandelli, addio al Valencia. L’ex c.t. si dimette, ma è polemica
Prandelli Valencia, Liga. Epa

Liga: Prandelli, addio al Valencia. L’ex c.t. si dimette, ma è polemica

Botto di fine anno nella Liga. Cesare Prandelli dice basta. La sua avventura al Valencia finisce dopo 3 mesi: l’ex c.t. della Nazionale ha rassegnato le dimissioni. Ora è polemica.

L’ex commissario tecnico della Nazionale italiana, allenatore in passato anche di Parma, Fiorentina e Galatasaray paga comunque un rendimento molto al di sotto delle aspettative: dal momento del suo arrivo sulla panchina dei Taronges di Valencia, il primo ottobre al posto di Pako Ayestaran esonerato dopo 4 sconfitte su 4, il tecnico italiano ha iniziato con una vittoria a Gijon, poi la sconfitta col Barça e un declino senza fine con 4 sconfitte e 3 pareggi (in totale 6 punti su 24 disponibili). Il Valencia al momento è a quota 12 punti e occupa il terzultimo posto in classifica.

Alla base delle dimissioni però ci sarebbero difficoltà sorte nel rapporto fra Prandelli e la società valenciana: appena tre mesi dopo aver accettato la guida del Valencia ha presentato le sue dimissioni chiedendo la rescissione del contratto. Secondo quanto riportato da ‘Marca’ la situazione sarebbe divenuta insostenibile negli ultimi giorni: il tecnico avrebbe richiesto alla società 4/5 acquisti sopra i 26 anni ricevendo come risposta un secco no a causa dei problemi finanziari del club. Che, fra l’altro, negli ultimi 4 anni ha cambiato ben 13 allenatori: a riprova di un’atmosfera già da tempo instabile dalle parti del Mestalla.

Questo il comunicato pubblicato sul sito ufficiale della società: «Cesare Prandelli ha presentato questo venerdì, 30 dicembre, le sue dimissioni irrevocabili come allenatore della prima squadra. Voro Gonzalez lo sostituirà come responsabile della prima squadra».

Prandelli ha deciso dunque di gettare la spugna dopo che alcuni giorni fa, in conferenza stampa, si era lasciato andare a uno sfogo durissimo, invitando ad andarsene tutti coloro che non volevano lottare per la maglia.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*