ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Atletica, la leggenda Ashton Eaton dice addio alle gare
Atletica, la leggenda Ashton Eaton dice addio alle gare
Ashton Eaton

Atletica, la leggenda Ashton Eaton dice addio alle gare

Ha del clamoroso la notizia che giunge dal mondo dell’atletica: Ashton Eaton, una leggenda delle prove multiple, decide di ritirarsi dall’attività agonistica a soli 28 anni.

Due ori olimpici, due titoli iridati outdoor e tre indoor, il primato mondiale del decathlon: questo il profilo di Ashton Eaton, nato nel 1988 a Portland, in Oregon. Da adolescente ha praticato di tutto – dalla pallacanestro alla lotta, dal football al calcio – ma si è soffermato sull’atletica, che gli ha permesso di raggiungere risultati eccezionali. Ora, nonostante sia nel pieno della maturità e abbia entusiasmato con le sue prestazioni milioni di appassionati, ha annunciato con enorme sorpresa di voler abbandonare le scene con effetto immediato.

Lasciare da numero 1 è il desiderio di ogni sportivo. Una scelta già compiuta dal neocampione mondiale di Formula 1 Nico Rosberg, che rinuncia a difendere il titolo conquistato al volante della Mercedes, ed ora emulata da una delle icone dell’atletica leggera planetaria. Una decisione presa di comune accordo con la moglie Brianne Theisen, che a sua volta conferma di seguire suo marito e abbandonare le pedane dopo due argenti mondiali e un bronzo olimpico nell’eptathlon.

Il motivo che l’ha spinto fin qui? “Francamente non c’è molto altro che voglia fare nel mondo dello sport – riflette Eaton – Ho passato gli anni più duri della mia vita per la ricerca e il superamento dei miei limiti. Ce l’ho fatta? Non sono sicuro che qualcuno ci riesca sul serio”. Dopo aver vinto tutto, dopo aver toccato la cifra di 9.045 punti che rappresenta l’attuale record del mondo, e dopo esser diventato in occasione delle Olimpiadi di Rio il terzo decatleta della storia vincere due ori consecutivi a cinque cerchi, le motivazioni vengono necessariamente meno per continuare ed è dunque opportuno andare alla ricerca di nuovi stimoli.

La scelta di Eaton ricorda quella di Herb Elliott, che lasciò l’atletica a 22 anni dopo aver vinto le Olimpiadi di Roma facendo segnare il record mondiale sui 1500 metri. Lì fu un’offerta di lavoro a indurlo ad abbandonare. Quale sarà la nuova vita di Eaton?


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*