ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Australian Open 2017: Djoko e Nadal ok, Fognini fa il suo dovere
Australian Open 2017: Djoko e Nadal ok, Fognini fa il suo dovere

Australian Open 2017: Djoko e Nadal ok, Fognini fa il suo dovere

Si completa il primo turno agli Australian Open 2017, primo Slam dell’anno di scena sul cemento di Melbourne Park. Bene i big e bene gli azzurri Fabio Fognini e Sara Errani.

No problem Novak Djokovic. Il serbo si sbarazza in tre set dello spagnolo Fernando Verdasco, che due settimane fa a Doha aveva costretto l’ex leader atp ad annullare cinque match point. Stavolta è tutto più facile e così la pratica primo turno è archiviata: ora c’è l’uzbeko Denis Istomin.

Brillante anche Rafael Nadal, che contro Florian Mayer non incontra alcuna difficoltà ed è ora atteso dal cipriota Marcos Baghdatis, che una finale in Australian l’ha raggiunta nel lontano 2006. Supera lo scoglio Dustin Brown Milos Raonic, terzo favorito del seeding, mentre Alexander Zverev, il più atteso tra gli under 21, deve faticare cinque set per avere la meglio dell’olandese Robin Haase.

Chi compie una vera e propria maratona è Ivo Karlovic, che impiega oltre cinque ore per battere l’argentino Horacio Zeballos. Ed è record il quinto set, finito col punteggio di 22-20, con 75 ace messi a segno dal gigante croato al termine dell’interminabile incontro.

Ottimo l’esordio di Fabio Fognini, che contro un avversario ostico come lo spagnolo Feliciano Lopez dimostra di essere in un buon momento di forma e vince la partita in tre set e due ore esatte di gioco. Una bella prova di forza, quella del ligure, che si spera possa proseguire anche in occasione del secondo turno che lo vedrà opposto a Benoit Paire. Eiminato, invece, Thomas Fabbiano, che si arrende allo statunitense Donald Young.

Tra le donne, Serena Williams supera in maniera convincente l’ostacolo Belinda Bencic e sembra sulla buona strada per ritornare al top. Ok al primo turno l’azzurra Sara Errani, che liquida la giapponese Risa Ozaki in due set. Fuori Camila Giorgi, che nulla può contro la favorita Timea Bacsinszky, vincitrice in tre set, e Karin Knapp, costretta al ritiro dopo un’ora scarsa contro Su-Wei Hsieh a causa di un problema al ginocchio destro (l’ultimo match disputato dalla altoatesina risaliva agli US Open).


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*