ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Premier, il punto dopo la 22ª: tutto immutato in vetta, Chelsea ancora a +8 sull’Arsenal
Premier, il punto dopo la 22ª: tutto immutato in vetta, Chelsea ancora a +8 sull’Arsenal
Diego Costa Chelsea, Premier League. AFP

Premier, il punto dopo la 22ª: tutto immutato in vetta, Chelsea ancora a +8 sull’Arsenal

Dopo la 22ª di Premier resta tutto com’è in testa alla Premier: il Chelsea ha risposto in serata all’Arsenal; steccano invece Tottenham e Liverpool. United pari.

CHELSEA, UNA RUSPA. La capolista che batte bandiera Conte vince anche senza brillare. Un’ulteriore prova di forza, anche in una giornata non eccezionale. Anche se si imbatte in un avversario apparentemente modesto e di poco conto, l’Hull City penultimo in classifica, che però a Stamford Bridge ha deciso di vendere cara la pelle.

Le grandi squadre sanno soffrire quando serve e sanno colpire quando serve: il Chelsea è anche questo. Significativo poi che il gol che ha aperto la domenica dei Blues sia stato segnato da quel Diego Costa su cui negli ultimi tempi si era tanto parlato. Il bla bla bla mimato con le mani dopo la segnatura (la numero 15 in questa Premier League) sottolinea che la presunta polemica col tecnico italiano è finita ben prima di qualsiasi deriva giornalistica. Il 2-0 lo firma Cahill: la risposta all’Arsenal è servita. E la settimana prossima a Stamford Bridge arriva proprio il sergente Wenger.

SANCHEZ, UNA MARAVILLA OLTRE IL 90’. Gunners che qualche ora prima avevano vinto, ma con tanti tantissimi brividi contro il Burnley. E sì che i biancorossi di Arsenal hanno rischiato di lasciare due pesantissimi punti per strada. Al vantaggio di Mustafi ha rimediato su rigore Gray al 93’. Al 97’ il calcio di rigore decisivo del Nino Maravilla Alexis Sanchez, anche lui ora a quota 15 nella classifica marcatori. Arsenal di nuovo secondo; il prossimo weekend la sfida al Chelsea si farà totale.

DISFATTA LIVERPOOL, SWANSEA SONTUOSO SOTTO LA KOP. Il weekend di Premier s’era aperto con la clamorosa disfatta casalinga del Liverpool, steso 2-3 dallo Swansea della premiata ditta Llorente-Sigurdsson. Alla doppietta special dell’ariete basco ex Juventus ha risposto con altrettanto bottino il brasiliano Firmino. A sigillare la gara l’islandese. Una frenata improvvisa e preoccupante per Jurgen Klopp: le due big stanno scappando lì avanti.

IL CITY DOMINA SPRECA, IL TOTTENHAM SI SALVA. Partita bellissima all’Etihad Stadium, l’ennesimo spot per lo spettacolo della Premier. I Citizens confermano di essere un’eterna incompiuta cui non sta bastando la direzione tecnica di Pep Guardiola: andati sul doppio vantaggio con le reti a porta vuota di Leroy Sané e Kevin De Bruyne sui pasticci di Lloris e dopo un dominio assoluto, gli Sky Blues si sono letteralmente sfaldati, consentendo a Dele Alli e Son Heung-Min di riacciuffare una gara che pareva ormai compromessa.

ROONEY FA RECORD, MA RIDONO IN POCHI ALLO UNITED. C’è poco da stare allegri, sull’altra sponda di Manchester. L’unica bella notizia della trasferta di Stoke-on-Trent è stata la 250esima rete con la maglia dei Red Devils di Wayne Rooney, ora diventato il miglior goleador della storia del club anche sopra a Bobby Charlton. Il gol del Wonder Boy però è servito non per vincere ma per evitare la sconfitta dopo l’autogol di Juan Mata. Su Mourinho continuano ad aleggiare nubi.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*